Il cardinale Pell va in carcere per abusi: nessuna libertà su cauzione

Dall’Australia giunge una notizia inattesa: revocata al Porporato la libertà su cauzione dopo la condanna comunicata ieri dal tribunale di Melbourne per pedofilia. Il cardinale quindi trascorrerà la prossima notte in carcere. Dal Vaticano la comunicazione che Pell non è più Prefetto della Segretaria per l’Economia della Santa Sede.