RSI

I programmi religiosi del week-end alla RSI

Strada Regina
Sabato 30 aprile – 18.35
La Campagna ecumenica 2019, la 50esima organizzata da Sacrificio Quaresimale e Pane per tutti, in collaborazione con Essere solidali, si concentra sui diritti delle donne. Con il motto «Insieme con le donne impegnate nel mondo – Insieme per un mondo migliore», essa vuole essere un tributo al loro impegno esemplare a favore delle loro famiglie e comunità. Giustizia, diritti umani e dignità umana sono i temi che hanno contraddistinto le campagne degli ultimi 50 anni. Questa cooperazione ecumenica, oltre che longeva, è unica al mondo. La Campagna di quest’anno raccoglie le testimonianze di 50 donne che si impegnano per un cambiamento in Africa, America Latina, Asia e Svizzera. E noi di Strada Regina abbiamo incontrato suor Nathalie Kangaji che, come avvocato, si batte nella Repubblica Democratica del Congo per i diritti delle persone che soffrono delle conseguenze negative dell’estrazione del cobalto e del rame. Gli abitanti di queste zone sono per lo più molto poveri e hanno un’istruzione troppo scarsa per rivendicare da soli i propri diritti. 50 anni di campagne ecumeniche come hanno cambiato un pensiero, una cultura, un agire? Abbiamo fatto un bilancio con il direttore di Sacrificio Quaresimale Bernd Nilles.

Segni dei tempi
Sabato 30 aprile – 12.05

Cent’anni fa nasceva il Partito popolare evangelico. Formazione politica minoritaria, progressista sui temi della giustizia sociale e della protezione dell’ambiente, ma conservatrice in materia etica.

L’Ucraina spaccata dallo scisma della chiesa ortodossa, tra fedeltà a Kiev e a Mosca.

Coscienza cristiana e crisi climatica: come reagiscono le chiese protestanti in Svizzera di fronte alla crisi climatica?

Chiese in diretta (Rete Uno)
Domenica 31 aprile – 8.30

Padre Martin Werlen.

È possibile, per la Chiesa cattolica, uscire dall’abisso in cui si trova oggi, dopo gli scandali sessuali che l’hanno travolta? A colloquio con la priora del convento di Fahr, Irene Gassman e il già abate di Einsiedeln, p. Martin Werlen (foto). Venticinque anni fa, nel 1994, il Ruanda è stato teatro di un genocidio.

Oggi il Paese africano si trova nel mezzo di un processo di superamento di quell’incubo e di riconciliazione nazionale in cui si inseriscono attivamente le comunità cristiane.

Tempo dello Spirito (Rete Due)
Domenica 31 aprile – 8.00
Il mondo, secondo le teorie del complotto, sarebbe nelle mani di pochi potenti che manipolano la vita di tutti. Ne parliamo con Matthias Pöhlmann, dell’ufficio della Chiesa evangelica tedesca che si occupa di sette e nuovi movimenti religiosi.

S.Messa (Rete Due)
Domenica 31 aprile – 9.05 con don Emanuele Di Marco e la corale S. Cecilia di Novazzano

30 Marzo 2019 | 18:22
Condividere questo articolo!