«Haiti è caduta nel caos, il governo deve tenerne conto», avverte la Chiesa cattolica

In occasione della Pasqua, la Chiesa cattolica ha, in una nota, tracciato un quadro oscuro della situazione attuale nel paese, segnata da una violenza pronunciata. Nel consegnare un messaggio di speranza alla popolazione, la Conferenza Episcopale di Haiti esorta chi è al potere ad agire.
«Non abbiate paura. Questa parola rivolta ai testimoni della resurrezione di Cristo deve essere custodita in un momento in cui siamo alla ricerca della libertà, della giustizia e della pace, crede la Conferenza Episcopale Haitiana, che è del parere che «la nostra amata Haiti è sull’orlo dell’abisso perché è caduta nel caos e siamo diventati tutti prigionieri nelle nostre stesse case, per paura di essere rapiti, derubati, violentati e uccisi.
«La crisi di Haiti non è accettabile, e il governo deve tenerne conto», ha detto la Chiesa cattolica, che intanto racconta le speranze di una vita migliore. «Per noi cristiani, tutto ciò che può intaccare la nostra dignità di popolo, terrorizzarci e distruggerci, è già stato sottoposto al tribunale di colui che verrà a giudicare i vivi e i morti. La nostra fede nel risorto ci permette già di gridare vittoria, perché la vittoria di Cristo è l’unica vera vittoria perché è la vittoria della vita sulla morte. «
Celebrare la Pasqua del Signore quest’anno nel nostro paese è una celebrazione di speranza per un domani migliore, secondo la Chiesa Cattolica, che si basa su testi biblici: «Io sono la via, la verità, la vita (Giovanni 4:6) Io sono la luce del mondo. Chiunque viene dietro di me non camminerà nelle tenebre» (Giovanni 8:12).

fonte: Le Nouvelliste

9 Aprile 2021 | 11:11
haiti (72)
Condividere questo articolo!