Internazionale

Guarisce dal Covid la persona più anziana d'Europa. Il miracolo della suora francese

Lei si chiama Lucile Randon, è una suora francese ed ha ben 116 anni, essendo nata nel lontano 1904. La donna, considerata la seconda persona più anziana al mondo, vive in una Rsa di Tolone ed era risultata positiva lo scorso 16 gennaio.

La religiosa francese era risultata positiva a metà gennaio, quando nella Rsa dove vive era stata accertata la presenza di un focolaio. A quell’età le complicazioni del Covid possono essere indubbiamente fatali, ma suor Lucile è stata protagonista di un vero e proprio miracolo: l’infezione da coronavirus è sempre stata asintomatica, fino al tampone negativo. «Non mi sono neanche accorta di avere il Covid, sono sempre stata bene», ha spiegato la suora, che tra due giorni compirà 117 anni e che da molto tempo è cieca e costretta a stare su una sedia a rotelle.

Senza avere alcun sintomo, suor Lucile Randon ha superato l’infezione tranquillamente, anche se ha trascorso più di tre settimane molto difficili. «L’isolamento per me è stato molto pesante, ho accusato soprattutto la solitudine e l’impossibilità di andare a messa» – spiega la religiosa – «L’aspetto più duro, comunque, è stato la preoccupazione per le altre persone contagiate che, a differenza mia, avevano avuto diversi sintomi e si erano ammalate».

Nella Rsa in cui vive la religiosa, un mese fa, era stata accertata la presenza di un focolaio. Nonostante le rigide misure di sicurezza, ben 81 degli 88 ospiti erano risultati positivi e dieci di loro sono deceduti nelle ultime settimane.

Agenzie/red

Suor Lucile di 116 anni.
10 Febbraio 2021 | 10:31
covid-19 (119), religiosa (2)
Condividere questo articolo!