dal Mondo

Greta l'attivista in udienza da papa Francesco

15.04.2019, 17:00 / guggiarisilvia

«Sono sul treno per il parlamento europeo, il Senato italiano, il Vaticano e la Camera dei deputati durante le feste di Pasqua. E venerdì parteciperò allo sciopero scolastico di Roma. Lo so che è vacanza, ma la crisi climatica non va in vacanza e nemmeno noi». Lo ha scritto nei giorni scorsi su Twitter la giovane attivista svedese Greta Thunberg postando una foto di sé sulla banchina di una stazione ferroviaria. La sedicenne sarà martedì a Strasburgo al Parlamento europeo, e giovedì arriverà a Roma.

Lei che è ormai diventata simbolo della lotta ai cambiamenti climatici, mercoledì prossimo 17 aprile, potrebbe anche incontrare un altro pilastro della lotta ai cambiamenti climatici, autore dell’enciclica “Laudato sì”. È infatti trapelata in queste ore, ma non ancora confermata dal Vaticano, la notizia che Greta potrebbe essere ricevuta in udienza da papa Francesco.

Era stata la famiglia Thunberg – si legge sui siti di informazione italiani – a chiedere, settimane fa, un’udienza al Papa. Francesco li aveva invitati per il prossimo giugno. Nel frattempo Greta era stata contattata dal Senato della Repubblica: sensibilizzare l’opinione pubblica italiana, ma soprattutto la politica, sul tema dei cambiamenti climatici, portando nel cuore delle istituzioni la protesta della giovanissima svedese.

È iniziata così l’organizzazione del viaggio in Italia di Greta: prima un incontro in Senato, giovedì, poi, venerdì mattina, l’appuntamento in piazza del Popolo con i giovani di Fridays for Future Roma su un palco a emissioni zero perché alimentato dalle gambe degli attivisti che si alterneranno ai pedali per produrre energia.

Definiti gli appuntamenti “laici” della discesa a Roma, la famiglia Thunberg ha ripreso contatto con la diplomazia vaticana chiedendo di anticipare i tempi dell’incontro con Francesco. Greta non usa l’aereo ma si sposta solo in treno per ridurre le emissioni di gas serra legate ai suoi viaggi, e Stoccolma-Roma sui binari non è uno scherzo: perché non anticipare dunque l’udienza approfittando di questo primo viaggio italiano? Il Papa avrebbe dunque subito accettato.

Così, dopo 2500 chilometri sui binari che attraversano l’Europa, la bambina che vuole scongiurare la fine del mondo incontrerà il Papa venuto dalla fine del mondo.

Agenzie/Redazione

Chiesa Eritrea: digiuno e preghiera per la chiusura degli ospedali cattolici

25.06.2019

Un invito al digiuno e alla preghiera. É quello contenuto in una lettera indirizzata a tutti i fedeli della Chiesa cattolica dell’Eritrea dall’arcivescovo di Asmara, Abune Mengesteab Tesfamariam. “I problemi che stiamo affrontando – afferma - devono fortificarci, più che indebolirci”.

Nasce il nuovo pellegrinaggio europeo “Romea Strata”

25.06.2019

Si tratta di un cammino europeo che dal Baltico arriva a Roma, attraversando Polonia, Repubblica Ceca, Austria e Italia. Il progetto è stato ideato da don Raimondo Sinibaldi, direttore della Fondazione Homo Viator San Teobaldo.

Unicef: in aumento i bambini e i giovani migranti registrati in Messico

25.06.2019

“Circa 15.500 bambini e giovani migranti sono stati registrati dalle autorità messicane per la migrazione nei primi quattro mesi dell'anno, 130 al giorno, secondo le ultime stime dell'Istituto Nazionale per le Migrazioni. Questa cifra rappresenta un aumento di oltre il 50% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso”, lo dichiara Henrietta Fore, Direttore generale dell'Unicef.