migranti

Global compact, il Vaticano: “Speriamo in un ripensamento di chi non ha aderito”

18.01.2019, 11:35 / redazionecatt

«Il lavoro schiavo si nasconde anche dietro prodotti dal costo eccessivamente basso. Serve maggiore informazione e conoscenza per combattere la tratta delle persone, è una responsabilità che riguarda tutti, i governi come i cittadini». È quanto ha detto a Vatican Insider padre Fabio Baggio, sottosegretario della Sezione Migranti e Rifugiati del Dicastero vaticano per lo Sviluppo umano integrale. E sul “Global compact for migration”, l’accordo approvato dall’assemblea delle Nazioni Unite per regolare a livello internazionale i flussi migratori in modo legale e condiviso, il religioso dice: «l’accordo non è vincolante e salvaguarda la sovranità nazionale di ciascun paese, ma rappresenta uno strumento di dialogo e collaborazione perché nessuna nazione può pensare di affrontare e risolvere questi problemi da sola».

Leggi di più. 

La «cultura dello scarto» e la tratta degli esseri umani

16.02.2019

Intervista a Padre Michael Czerny, Sottosegretario della Sezione Migranti e Rifugiati del Dicastero vaticano per il Servizio dello Sviluppo umano integrale.

Naufragio nel Mediterraneo: Sant’Egidio, “l’Europa metta da parte i litigi e intervenga”

19.01.2019

“Di fronte all’ennesimo, drammatico, naufragio di migranti, occorre far tacere ogni polemica e mostrare pietà”. Lo scrive in una nota la Comunità di Sant’Egidio a proprosito della notizia dei 117 dispersi al largo della Libia, tra cui anche donne incinte e neonati, a causa di un naufragio.

Vescovi lombardi uniti in favore dei migranti

11.01.2019

A fronte di “una situazione sociale incerta e frammentata, dove è più facile coltivare solitudine e angoscia”, “i vescovi invitano i fedeli delle loro Chiese a essere testimoni di speranza, capaci di segnare questo nostro tempo con significative scelte di profezia evangelica”.