https://www.flickr.com/photos/gnuckx cc
Giovani
https://www.flickr.com/photos/gnuckx cc

Giù la maschera al carnevale

28.01.2015, 10:28 / Redazione

Quando ai miei allievi spiego il significato antico del carnevale – il “carnem levare” che precede la Quaresima – mi guardano con gli occhi sgranati. Insomma, se si parla di penitenza e a vegetarismo si pensa alla mamma o alla zia a dieta… non al carnevale. Quando poi chiedo che differenza c’è tra il Ramadan e il Rabadan ne sento di tutti i colori…

Già, il carnevale. Ha radici antiche ma il significato è rimasto pressoché invariato: wikipedia mi conferma che si tratta di manifestazioni in cui “ avviene il temporaneo scioglimento dagli obblighi sociali e dalle gerarchie per lasciar posto al rovesciamento dell’ordine, allo scherzo e anche alla dissolutezza”. Ormai il carnevale non è più una festa isolata ma una specie di stagione diffusa. Si è già cominciato l’8 gennaio a Mesocco, neanche il tempo di metter via l’albero e il presepe. Da lì si dipana una geografia prolungata di coriandoli e maschere, con l’epicentro a metà febbraio (ecco il Rabadan) e infine  il “carnevale vecchio” – quello ambrosiano – durante il quale anche i romani diventano ambrosiani, senza sapere cosa significhi. Si chiude a Quaresima inoltrata con il carnevale di Arogno, sotto il regno di Re Becco. Due mesi filati di bagordi, proprio durante il picco influenzale. I farmacisti si fregano le mani. C’è gente che si rovina non poco la salute – e il conto in banca. La quaresima diventa allora tempo di disintossicazione e risparmio.

Si possono trovare molti altri aspetti preoccupanti e fare teorie sul degrado sociale ma voglio finire in bellezza sul carnevale. Per dire che è anche divertimento e – specialmente nei piccoli carnevali locali – momento di socializzazione, di vita di paese. Gruppi di volontari si danno anima e corpo per far vivere queste tradizioni locali, cucinare piatti tipici o antichi, far incontrare le persone. In fondo è questa la sovversione: uscire dal guscio del quotidiano e aprirsi agli altri. Chissà magari è proprio a carnevale che si getta la maschera.

di Davide De Lorenzi

Raduno mondiale degli scout: anche 70 giovani ticinesi tra di loro

16.07.2019

Una delegazione svizzera composta da 1150 membri parteciperà dal 22 luglio al 2 agosto al 24esimo World Scout Jamboree, il raduno mondiale degli scout; la maggior parte di essi proviene dalla Svizzera tedesca, ma ci saranno anche 250 romandi e 70 ticinesi.

I ragazzi del Grest di Lugano a tu per tu con gli specialisti del pronto intervento

12.07.2019

Si stanno svolgendo in questi giorni i Grest (Grande ESTate), gli oratori diurni estivi che vengono organizzati in varie zone del Ticino. Anche Lugano ha il suo Grest: sono infatti molti anni che il Grest Lugano offre alle famiglie della città di Lugano l’opportunità di far vivere ai propri figli due settimane all’insegna del divertimento, della creatività e della crescita umana.

In cammino verso Santiago de Compostela con la Pastorale Giovanile

09.07.2019

È iniziato il conto alla rovescia per la decina di giovani che dal 23 luglio raggiungeranno la città portoghese di Porto, per poi incamminarsi verso Santiago de Compostela. Accanto a loro ci saranno virtualmente parenti, amici e sostenitori, che attraverso l'iniziativa "Ognikmvale" potranno seguirli e nello stesso tempo aiutare i bambini in Libano.