Chiesa

Funerali card. Tauran: card. Sodano, “dedicò la sua vita al dialogo con tutti gli uomini di buona volontà”

12.07.2018, 14:00 / redazionecatt

Un “confratello” che ha servito “coraggiosamente la Santa Chiesa di Cristo”, nonostante il “duro peso della sua malattia”. Così il cardinale Angelo Sodano, decano del Collegio cardinalizio, ha ricordato l’“indimenticabile” cardinale francese Jean Louis Tauran, presidente del Pontificio Consiglio del Dialogo interreligioso, scomparso a 75 anni il 5 luglio. Presente, oltre a Papa Francesco, anche la sorella del cardinale Tauran, Geneviève Dubert, a cui il Pontefice aveva indirizzato nei giorni scorsi un telegramma di cordoglio, nonché, ad ascoltare le parole del card. Sodano, nella basilica di San Pietro, anche rappresentanti di altre confessioni religiose. 

Cammino illuminato dalle Beatitudini

“Con profonda commozione siamo riuniti per dare l’addio al nostro indimenticabile cardinale”. “Nel Vangelo, Gesù – ha spiegato il cardinale Sodano – ci ha ricordato quali siano le vere Beatitudini del cristiano. È sempre commovente sentirle proclamare queste beatitudini nella nostra Chiesa. Beati i poveri di spirito. Beati i miti. Beati i misericordiosi. Beati i puri di cuore. Beati gli operatori di pace. Sono Beatitudini che illuminarono sempre la vita del nostro caro fratello defunto come stelle luminose sul suo cammino”, ha sottolineato precisando di essere stato “testimone per molti anni del grande spirito apostolico” del cardinale Tauran.

Al servizio della Chiesa e dell’umanità

“Conservo un grato ricordo di questo confratello che ha servito la Chiesa di Cristo nonostante il peso della malattia”, ha aggiunto il porporato. Il card. Sodano ha testimoniato “lo spirito apostolico” del confratello. “Ne conserverò un grande ricordo per sempre e la grande figura di un sacerdote, di un vescovo e di un cardinale che dedicò la sua vita al servizio della Santa Sede, della Chiesa e al dialogo con tutti gli uomini di buona volontà”. In tal modo, “seguì la linea tracciata dal Concilio ecumenico Vaticano II” nell’impegno – secondo la Gaudium et Spes – per “essere fratelli e perciò chiamati ad una sola evidente vocazione umana e divina”, lavorando insieme “senza violenza, senza inganno” alla costruzione “del mondo nella vera pace”.

Tauran sarà tumulato a Roma nella Basilica di Sant’Apollinare alle Terme Neroniane-Alessandrine, di cui era titolare. Con la sua morte il Collegio cardinalizio risulta composto da 225 cardinali, di cui 124 elettori e 101 non elettori in caso di un eventuale Conclave.

Agenzie/red

Le spoglie di Nunzio Sulprizio (agenziasir)

Un diciannovenne sarà Santo con Paolo VI e Romero

19.07.2018

Nel concistoro di oggi in Vaticano il Papa ha annunciato che il prossimo 14 ottobre durante il Sinodo dedicato ai giovani sarà canonizzato Nunzio Sulprizio, un operaio morto a 19 anni nel 1836. La canonizzazione avverrà insieme a quelle di Paolo VI e mons. Romero.

Indagine della Chiesa di Milano sui giovani: Dio è "sentito" vicino, la Chiesa meno

17.07.2018

Realizzata da due ricercatori tra ragazzi credenti, lontani e non praticanti delle 7 zone pastorali della Diocesi ambrosiana, dall'analisi risulta che il 74% degli intervistati cerca le relazioni significative fuori dalla rete. Dio è sentito vicino a livello emotivo dal 90% degli interpellati, mentre il 63,8% dice di sentirsi ascoltato poco o non abbastanza dalla Chiesa.

Fratel Alois, Priore di Taize

Cristiani e musulmani insieme a Taizé

17.07.2018

Oltre 300 giovani credenti di entrambe le religioni sono stati ospiti per alcuni giorni della comunità monastica ecumenica della Borgogna. Il priore fr. Alois definisce l'evento "un'esperienza di fraternità, opportuna in questo momento segnato da paure"