Papa e Vaticano

Fratelli Tutti: la 'terza via' di Francesco tra liberismo e populismo

‘Fratelli Tutti’, la nuova enciclica di Papa Francesco, è già un testo paradigmatico. Lo afferma Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio, che in un commento pubblicato dal Corriere della Sera afferma: «Il titolo dell’enciclica sociale, e il gesto di firmarla ad Assisi, mostrano chiaramente la radice evangelico-francescana tipica del pontificato di Bergoglio».

Riccardi, 70 anni, storico di formazione, pone da subito l’attenzione sulla tematica scelta da papa Bergoglio: «Che vuol dire enciclica sociale?» – scrive: «È un genere ‘nuovo’ di magistero, nato nel 1891, con la Rerum novarum di Leone XIII, che pose al centro la questione sociale e spinse i cattolici a non essere passivi ma a impegnarsi in questo campo».

Fratelli tutti si pone sulla scia di due grandi testi del ‘900: la Populorum progressio di Paolo VI e la Centesimus annus di Giovanni Paolo II. La riflessione di Francesco riprende e amplia quelle dei suoi predecessori, inserendo il pensiero della Chiesa nel contesto di «frammentazioni e conflittualità» del mondo contemporaneo. Il Papa ha il coraggio di lanciare «una proposta globale centrata sulla fraternità, vista come processo radicale con cui ricomporre la complessità delle relazioni internazionali, locali, interpersonali».

Per Riccardi, Fratelli tutti costituisce una «summa del pensiero sociale del Papa in tanti capitoli». E lo scenario che si dipana è quello di una proposta alternativa per la nostra società, chiamata a costruire una ‘terza via’ tra il modello neoliberale «inadeguato ai problemi e alle miserie di oggi» e il modello populista «che elimina la vera democrazia». Questa ‘ terza via’ trova la sua concretizzazione nell’impegno a riconoscere la famiglia umana come «un popolo, fatto di comunità intermedie, che abbia un progetto, un sogno di crescita». Il dibattito che l’enciclica saprà generare, conclude Riccardi, darà una misura dell’efficacia del pensiero sociale della Chiesa nel mondo di oggi.

5 Ottobre 2020 | 21:00
Condividere questo articolo!