Internazionale

Francia: almeno tremila vittime di abusi nella chiesa

Il presidente della Commissione indipendente sugli abusi sessuali nella Chiesa cattolica, Jean-Marc Sauvé, ha annunciato oggi, 17 giugno, in una videoconferenza i dati provvisori di un’inchiesta secondo cui sono «almeno 3000» le vittime in Francia dal 1950.

Sauvé ha precisato che in tale periodo il numero di autori di violenze sessuali all’interno della Chiesa non può essere «inferiore a 1500», sottolineando che si tratta di cifre provvisorie che provengono da una prima parte del lavoro compiuto dalla sua Commissione presso gli archivi delle diocesi e delle congregazioni religiose.

La settimana scorsa, il presidente dei vescovi francesi, mons. Éric de Moulins-Beaufort, aveva rivolto «un ringraziamento a tutte le persone vittime di abuso che hanno aiutato i vescovi a ricostruire la verità dei fatti e fare giustizia. Che hanno avuto «il coraggio di parlare» ed hanno accettato di accompagnare la Chiesa nel suo difficile «processo di rinnovamento»«. Parte dei lavori dell’ultima assemblea plenaria erano stati infatti dedicati agli abusi commessi da sacerdoti e religiosi e alle iniziative messe in atto dalla Conferenza episcopale per affrontarli e prevenirli. «Il motore del processo in cui siamo impegnati – ha detto il presidente dei vescovi francesi – non è né la pressione dei media né la paura di possibili rinvii a giustizio; il nostro processo, se può essere stimolato da questi fattori esterni, trova però la sua fonte soprattutto in Cristo nostro Signore, nella missione che ci ha affidato come successori degli Apostoli, incaricati di prenderci cura del popolo di Dio. La luce nera portata dalla rilevazione di questi abusi consente a noi vescovi di liberarci da certe illusioni, di essere più lucidi sulle sempre possibili perversioni del potere e soprattutto di un potere riconosciuto come ›sacro’, per essere più esigenti con noi stessi in modo che i nostri comportamenti personali e il nostro funzionamento istituzionale siano veramente abitati e rinnovati dalla carità di Cristo».

Agenzie/red

17 Giugno 2020 | 17:11
Condividere questo articolo!