Papa e Vaticano

Francesco e il premier polacco parlano di Europa, famiglia e profughi

L’Europa, le politiche familiari, la cura del creato e «l’accoglienza dei profughi» sono stati al centro del colloquio di poco meno di 40 minuti che il Papa ha avuto questa mattina con il premier polacco Mateusz Morawiecki, il quale ha regalato a Francesco una maglia della nazionale polacca di calcio, in vista dei mondiali, con il nome «Franciszek» e il numero 100 che fa riferimento all’anniversario dell’indipendenza polacca. 

Preparazione alla conferenza Onu di Katowice a fine 2018

Nel corso dei cordiali colloqui, si legge in un comunicato della Sala Stampa vaticana, sono stati sottolineati i buoni rapporti bilaterali esistenti tra la Santa Sede e la Polonia, nonché la proficua collaborazione tra la Chiesa e lo Stato nei rispettivi ambiti di azione. Sono stati quindi trattati alcuni temi di comune interesse, come le politiche familiari e la salvaguardia del creato, in vista della conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici a Katowice nel dicembre 2018, nonché alcune questioni di carattere etico.

Accoglienza ai rifugiati

Infine, ci si è soffermati sulla situazione europea ed internazionale, con particolare riferimento all’accoglienza dei profughi e all’impegno del governo polacco in favore dei rifugiati dall’Ucraina e nel Medio Oriente.

«L’Europa delle patrie»

Il premier polacco ha poi sottolineato alla stampa connazionale di aver parlato al Papa di come il paese è uscito dal comunismo, dei programmi di contrasto alla criminalità fiscale, delle politiche a favore della famiglia, che ha trovato in Francesco, ha detto il premier, un sostenitore di una «politica demografica». In merito all’Europa, Morawiecki ha insistito nel sottolineare che il Governo polacco condivide l’idea del Papa che all’Europa serve l’unità non secondo la forma geometrica della sfera ma quella del poliedro, affermando poi che la Polonia vuole una «Europa delle patrie» nella quale l’identità nazionale sia mantenuta e alimentata, e si è anche detto convinto che Francesco comprende bene le differenze tra Europa orientale ed Europa occidentale e considera la Polonia un «pilastro» della costruzione dell’Europa del XXI secolo.

Morawiecki si è poi recato a San Pietro – come mostra una foto pubblicata sull’account Twitter della presidenza del consiglio polacco, @PremierRP – per deporre una corona di fiori sulla tomba di Giovanni Paolo II e trascorrere inginocchiato alcuni momenti di preghiera in ricordo del Pontefice polacco. 

Agenzie/red

Papa Francesco posa insieme alla famiglia del premier polacco Mateusz Morawiecki. Fonte: VaticanInsider.
5 Giugno 2018 | 06:30
europa (77), migranti (369), Polonia (18), premier (1)
Condividere questo articolo!