Chiesa

Dismissione chiese. Necessaria programmazione a lungo termine che coinvolga le comunità locali. In arrivo linee guida

11.07.2018, 11:00 / redazionecatt

Il Pontificio Consiglio per la cultura, la Pontificia Università Gregoriana e la Cei, hanno promosso un convegno internazionale in programma il prossimo novembre presso l’Ateneo dei gesuiti, dal titolo “Dio non abita più qui?” dedicato al tema del riutilizzo di edifici sacri. Nell’occasione, saranno presentate delle linee guida sulla dismissione e il riuso del patrimonio ecclesiastico il cui testo sarà discusso e approvato nelle prossime settimane dai delegati delle Conferenze episcopali d’Europa, America settentrionale e Oceania, che pure prenderanno parte al convegno.

Presentando ieri, 10 luglio, l’appuntamento presso il Pontificio Consiglio della cultura, il cardinale presidente Gianfranco Ravasi ha evidenziato la “trasversalità” del tema. Una “questione trasversale a livello storico-cronologico e spaziale”, spiega, ma anche “a livello socio-culturale e disciplinare”, con diverse implicazioni giuridiche. Il tema “coinvolge il dialogo con la società nel suo insieme” sostiene il porporato avvertendo che

“non si può entrare in maniera indifferente in uno spazio che respira ancora le volute d’incenso e conserva l’eco dei canti delle liturgie”.

Due, sostanzialmente, i criteri cui attenersi: “fare attenzione che il tempio rimanga sempre all’interno della comunità con qualche valore di simbolo spirituale, culturale, sociale” e far sì che eventuali trasformazioni “consentano di tutelarne il patrimonio interno ad esempio trasferendolo nei musei diocesani in modo da lasciare lo spazio il più nudo possibile”. I criteri attuali, spiega Ravasi, “sono troppo generici”.

Agenzie/red

L'arcivescovo Mario Delpini

Mons. Delpini: "Resistere alla paura verso i migranti, alla omologazione che ci vuole tutti consumatori, alla rassegnazione e alla sfiducia"

12.11.2018

Ma è proprio vero che il nostro benessere è in pericolo perché arrivano i migranti? Quando si definiscono le persone e le situazioni come minacciose allora la gente è anche motivata a fare la guerra. Dobbiamo resistere e perseverare in una pratica di accoglienza che ha mostrato che le paure non sono fondate e che, al contrario, l'attenzione alle persone è fruttuosa. Sono parole dell'Arcivescovo di Milano, Mons. Mario Delpini.

Domemica dei Popoli. Messaggio dei Vescovi Svizzeri

11.11.2018

Accogliere, proteggere, promuovere e integrare i migranti e i rifugiati

Benedetta Bianchi Porro.

Benedetta Bianchi Porro, il fratello Corrado: "Abbiamo ricevuto una grazia immensa"

10.11.2018

Due donne laiche italiane saranno presto elevate agli onori degli altari. Si tratta di Edvige Carboni e Benedetta Bianchi Porro; il fratello Corrado: "Noi che le siamo stati accanto abbiamo avuto la soddisfazione di non aver dato niente e aver ricevuto solo una grazia immensa; è questo che ci da il nostro Re".