La Cattedrale di Lugano
Diocesi
La Cattedrale di Lugano

Diocesi di Lugano: gli interventi previsti per risanare i conti

14.06.2019, 06:00 / redazionecatt

I conti della Diocesi di Lugano, da anni in pareggio, si sono chiusi nel 2018 con un deficit di gestione di 1’442’260.52 franchi. Premettendo che il deficit strutturale della gestione diocesana si aggira attorno ai 700 mila franchi, rispetto agli anni precedenti l’aumento del disavanzo è da attribuire a eventi non preventivabili a bilancio o di carattere straordinario. I quotidiani ticinesi e il sito catt.ch hanno già pubblicato i conti 2018 della Diocesi di Lugano (vedi cdt e La Regione del 13 giugno 2019). A fronte del risultato 2018, la Commissione finanziaria della Diocesi ha indicato degli interventi individuati, soprattutto nell’ambito immobiliare, che a breve e medio termine garantiranno ulteriori introiti. Tra gli interventi previsti la Curia vescovile ha recentemente sottoscritto un diritto di superficie per una durata di 50 anni del Centro San Carlo di Lugano-Besso con la Moncucco SA. Inoltre l’ex villa Brenni a Mendrisio, di proprietà della Diocesi di Lugano, sarà oggetto di ristrutturazione ai fini di poterla affittare all’Istituto Canisio di Riva San Vitale affinché venga trasformata in foyer per minori in difficoltà.

Il patrimonio immobiliare della Diocesi di Lugano

“La Diocesi di Lugano – ci spiegano dall’economato della Curia- vanta un patrimonio di immobili alienabili e non alienabili di 55 milioni (valore contabile). Di questi, gli immobili a reddito raggiungono la cifra di 43 milioni. Questi immobili a reddito hanno generato introiti che hanno aiutato a coprire parzialmente quelle che sono le attività diocesane”.

Il resoconto del conto economico e del bilancio diocesano sono scaricabili dal sito www.diocesilugano.ch e saranno pubblicati sul prossimo numero della Rivista della Diocesi di Lugano. La trasmissione “Chiese in diretta” in onda domenica alle 8,30 su RSI Rete Uno, dedica il suo approfondimento al tema dei conti della Diocesi. (red)

© Riproduzione riservata

Giovani ticinesi in cammino verso Santiago per aiutare i bambini libanesi

19.07.2019

Dieci giovani ticinesi martedì inizieranno a piedi il famoso pellegrinaggio verso Santiago di Compostela, partendo da Porto, in Portogallo, e percorrendo ben 230 chilometri. Cammineranno per promuovere un'iniziativa a favore di bambini disabili e poveri ospiti di case di religiose ai confini tra Libano e Sira. Ma anche noi, da casa, potremo sostenere l'iniziativa «Ogni km vale».

Da sin.: Mario Branda, sindaco, Fausto Riva, presidente consiglio parrocchiale, don Regazzi e Christian Paglia, municipale riuniti per l’inaugurazione della nuova illuminazione della Collegiata il 26. 2.2018 (CdT)

I 50 anni di sacerdozio di don Pierangelo Regazzi: «Grazie a lui la Collegiata è diventata la casa di tutti»

13.07.2019

50 anni di sacerdozio, di cui 13 anni a Bellinzona. I ricordi, per don Pierangelo Regazzi, sono davvero tanti: dai molteplici pellegrinaggi – uno o due all’anno – organizzati con i parrocchiani di Bellinzona e di altre parrocchie precedenti, tra cui uno degli ultimi in Armenia, agli sforzi per portare avanti il discorso ecumenico, fino a quelli, molto più remoti nel tempo, dei primi anni da sacerdote a Locarno.

ll nuovo numero del mensile Spighe

Il mensile dell'Azione Cattolica Ticinese: da Giubiasco che saluta don Angelo allo sciopero delle donne

11.07.2019

Come fuoco vivo" è infatti il titolo del numero estivo di Spighe. E di fuoco, da quello dello Spirito Santo spiegato da un teologo al fuoco spirituale che anima alcune belle testimonianze da quella di don Angelo Ruspini che lascia la sua parrocchia dopo decenni di vita spesa per il Vangelo e la sua comunità a storie di quotidiane testimonianze di fede, fino alle analisi sulla riflessione femminile nella Chiesa anche alla luce dello sciopero delle donne del 14 giugno scorso.