GdP

«Desidero vedere gli Adivasi felici»/catt.ch/gdp

«Gli Adivasi non hanno alcun diritto e sono messi al bando dalla società. Nello stato dell’Assam li si considera solo come manodopera giornaliera nelle piantagioni di tè, non possono essere comparati agli altri indiani», spiega padre Caesar Henry, che da anni si impegna in un progetto a favore degli Adivasi. Questa etnia, assieme ai Dalit (i cosiddetti «intoccabili»), è una delle fasce di popolazione più sfruttate, discriminate ed emarginate della società indiana.

Continua a leggere su Giornale del Popolo

19 Marzo 2018 | 13:00
Condividere questo articolo!