Internazionale

Da San Francesco a Francesco. 800 anni di dialogo interreligioso

Il dialogo tra mondi, culture e religioni diverse è il fil rouge che lega le 180 pagine del libro scritto a due mani da Piero Damosso, e dal direttore della rivista «San Francesco», padre Enzo Fortunato. A 800 anni di distanza dall’incontro tra San Francesco e il Sultano, un evento che ha segnato indelebilmente la storia, e che continua ad indicarci la via da percorrere. Quella del dialogo, dell’incontro, della comprensione e mai dello scontro.

Il libro

Edito dalla San Paolo, il libro «Francesco e il Sultano. 800 anni da un incredibile incontro» affronta temi e quesiti attualissimi come la diversità culturale. Otto secoli dopo, la bussola che permette di orientarsi in un’epoca – la nostra – così intricata e ricca di tensioni economiche e sociali, è ancora una volta l’incontro con l’altro.

San Francesco e il Sultano: un messaggio attuale

Siamo nel novembre del 1219, a Damietta, sul delta del Nilo. Francesco d’Assisi, dopo un viaggio pericoloso e dall’esito incerto, incontra il sultano Malik Al-Kamil. La preghiera e la pace sono le sole armi che Francesco porta con sé. Un uomo di pace, l’Assisiate, divenuto simbolo della straordinaria ricchezza che scaturisce dall’incontro tra culture lontane in presenza dell’autentica volontà di comprendere l’altro senza giudicarlo.

Continua a leggere su VaticanNews.

9 Novembre 2019 | 13:00
Condividere questo articolo!
En relation