Internazionale

Congo: i Vescovi del Kivu sospendono per un giorno le attività ecclesiali per protestare per i massacri dei civili

Si è tenuta ieri, lunedì 2 dicembre, una giornata di «lutto e preghiera» e di sciopero di tutti i servizi ecclesiali e sociali, comprese le scuole e le università cattoliche, come segno di «comunione e solidarietà» con le vittime della violenza nei territori di Beni e Lubero (Nord Kivu) e nei territori di Fizi, Uvira, Mwenga e Kalehe nel Sud Kivu. La giornata era stata proclamata dai Vescovi del Nord e del Sud Kivu, nell’est della Repubblica Democratica del Congo, al termine della loro Assemblea straordinaria tenutasi dal 24 al 30 novembre a Bukavu, per protestare contro le violenze commesse dai diversi gruppi armati presenti nelle due province e per sollecitare le autorità a garantire la sicurezza delle popolazioni locali.

Continua a leggere.

4 Dicembre 2019 | 11:20
africa (136), chiesa (466), civili (6), congo (25), violenze (3)
Condividere questo articolo!

En relation