Diocesi

Confraternite del Ticino in assemblea: «essere missionari e custodi delle tradizioni»

Si è tenuta ieri, domenica 24 marzo, a Sementina l’assemblea ordinaria dell’Unione delle confraternite della Diocesi di Lugano. Una cinquantina di confratelli, rappresentanti di circa 20 confraternite diocesane (Sementina, Ghirone, Aquila, Dangio, Dongio, Ludiano, Biasca, Giornico, Pollegio, Osogna, Lodrino, Giubiasco, Sigirino, Cureglia, Lugano Buona Morte, Lugano Sacro Cuore, Lugano Immacolata, Lugano S. Carlo, Salorino, Morbio Inferiore, Stabio Suffragio) hanno dato vita a un’assemblea ricca di contenuti. La carica di Priore generale è passata, dopo dodici anni, da Fernando Graziano Ferrari, di Ludiano, a Natale Cremonini, di Stabio, già vice-priore generale, che con parole concrete ha voluto ricordare le sfide principali, nei prossimi anni, per l’Unione: «Dobbiamo essere vicini a tutte le confraternite, e nelle confraternite i singoli membri devono portare avanti la fede in tutti gli ambiti, essere missionari, anche fra i giovani, ed essere custodi delle nostre tradizioni, aiutando i parroci e anche quelle comunità che non hanno più un sacerdote residente«. Diverse le trattande all’ordine del giorno come quella della comunicazione (con il trimestrale Il Confratello, il sito,…). Dopo la S. Messa parrocchiale, celebrata da don Giorgio Pastiu e da don Giambattista Quattri con don Mattia Scascighini, i confratelli hanno poi gustato un pranzo fraterno e, nel pomeriggio, hanno visitato l’oratorio del Corpus Domini, già di proprietà dell’antica confraternita del SS. Sacramento di Bellinzona, ben guidati dalla storica dell’arte Maria Foletti Fazioli.

I Confratelli riuniti
27 Marzo 2019 | 17:10
confraternite (10), giovani (555), priore (5), tradizioni (2)
Condividere questo articolo!