Ticino

Comunità solidali: l'aiuto arriva da vicino. Al via in Ticino la rete 'Caring Communities'

Prende avvio nella Svizzera italiana la rete ‘Caring communities’ per rafforzare la coesione sociale. Sviluppato dal Percento culturale Migros in collaborazione con sette organizzazioni, il progetto sostiene le iniziative locali incentrate sull’aiuto reciproco e il senso di comunità, anche attraverso un incentivo finanziario.

In un quartiere urbano, in un paese o in una valle si sviluppano forme di aiuto incentrate sulla responsabilità condivisa. Comunità all’interno delle quali avviene uno scambio che genera solidarietà tra le generazioni e tra le persone.

I progetti sono molto diversi tra loro: dalle piattaforme per lo scambio di favori, alla rete di socializzazione per anziani soli o lo stimolo di relazioni intergenerazionali di qualità. Denominatore comune delle caring communities è che i suoi componenti si sostengono a vicenda.

La rete caring communities prevede un sostegno finanziario per i progetti che operano secondo i principi della reciprocità, della convivenza e del vicinato. I temi affrontati possono essere: salute, cura, alimentazione, movimento, scambio di competenze, promozione delle pari opportunità, …. È possibile inoltrare le candidature sul sito www.caringcommunities.ch/it/ (menu => incentivo di sostegno).

La commissione regionale, composta da Marco Treichler (GenerazionePiù), Giorgia Bertocchi (Infoclic.ch Svizzera italiana), Andrea Banfi (Comune di Chiasso), Michela Luraschi (Pro Infirmis Ticino e Moesa) e Marcello Martinoni quale rappresentante della rete ‘Caring communities‘, sarà attiva nella messa in rete di progetti e nella distribuzione dei sostegni finanziari.

Per informazioni contattare il coordinatore per la Svizzera italiana Marcello Martinoni (martinoni@consultati.ch).

18 Giugno 2020 | 14:00
Condividere questo articolo!