Mons. Joseph Bonnemain, vescovo di Coira
Ticino e Grigionitaliano

Coira: il capitolo della cattedrale è di nuovo completo

Mons. Joseph Bonnemain è vescovo di Coira da nove mesi. Nel frattempo ha nominato le posizioni più importanti in seno alla diocesi, da ultimo nel capitolo della cattedrale con la nomina dei canonici. Ci sono ancora due posti vacanti nel Consiglio Episcopale. Oggi, 13 gennaio 2022, installerà ufficialmente i nuovi canonici nella cattedrale di Coira. Il capitolo della cattedrale sarà di nuovo completo.

Diverse posizioni sono state vacanti negli ultimi due anni. L’amministratore apostolico della diocesi, Pierre Bürcher, non aveva fatto alcuna nomina durante il suo periodo di transizione (2019-2021) per non presentare al suo successore dei fatti compiuto.

Il capitolo della cattedrale di Coira gioca un ruolo importante nell’elezione del vescovo. Può eleggere il vescovo da una lista di tre nomi stilata dal Papa, la cosiddetta «terna». Non è stato così un anno fa, quando è scoppiata una disputa nel capitolo della cattedrale e una stretta maggioranza dei canonici ha deciso di lasciare la decisione a papa Francesco.

Unità restaurata

C’è ora un grande desiderio a Coira che, dopo le dispute degli ultimi decenni il capitolo sia di nuovo unito. Tuttavia, ci sono anche canonici nell’istituzione che hanno chiaramente preso le distanze dalla scelta di Joseph Bonnemain un anno fa. Bonnemain ha detto di volersi avvicinare ai suoi detrattori con «amore e pazienza».

Il nuovo uomo forte del capitolo della cattedrale è Albert Fischer. Il vescovo Bonnemain lo ha nominato prevosto della cattedrale – la carica con la «più alta dignità nel capitolo della cattedrale», come dicono a Coira. In precedenza, il Papa stesso poteva nominare il prevosto – l’ultima volta è successo nel 1963. Albert Fischer succede al canonico Christoph Casetti, molto conosciuto in Svizzera.

L’altro uomo forte del capitolo è Jürg Stuker, che il vescovo Bonnemain ha nominato come cantore della cattedrale. Jürg Stuker è Vicario Generale per i Grigioni e Moderatore della Curia. Secondo il diritto canonico, il compito del moderatore è quello di «coordinare, sotto l’autorità del vescovo, l’esecuzione delle questioni amministrative e di assicurare che le altre persone assegnate alla curia svolgano correttamente i loro compiti». Brigitte Fischer Züger, capo del personale della Svizzera centrale, che ha studiato a Roma e parla molto bene l’italiano, sarà responsabile delle relazioni con il mondo di lingua italiana.

Vicari generali nominati al Capitolo della Cattedrale

Il vescovo ha anche nominato Luis Varandas, vicario generale per Zurigo e Glarona, alla carica di canonico. Mentre all’epoca i vicari generali, come Josef Annen e Martin Kopp, non erano nominati nel capitolo della cattedrale, il vescovo Bonnemain desiderava che lo fossero.

Il vescovo di Coira ha nominato anche un sacerdote della Svizzera centrale, Daniel Krieg, e due rappresentanti di Zurigo, Adrian Lüchinger e Karl Wolf, al capitolo. Quest’ultimo, membro di Sant’Egidio, è anche il nuovo direttore spirituale del seminario di San Luzi a Coira. Il capitolo della cattedrale è così di nuovo al completo.

Il vescovo Bonnemain ha anche fatto altre nomine importanti negli ultimi mesi. Poco prima di Natale, ha annunciato la nomina di Nicole Büchel come nuovo portavoce della diocesi.

Due posti vacanti nel Consiglio Episcopale

Tuttavia, ci sono ancora due posti vacanti nel Consiglio Episcopale: i dipartimenti per la diaconia e lo sviluppo pastorale. Anche la questione se Coira avrà un vescovo ausiliare rimane aperta. Il vescovo Marian Eleganti, che aveva ricoperto l’incarico dal 2009, si è dimesso all’inizio del 2021.

Il vescovo Bonnemain ha dato diversi segnali sull’opportunità di nominare un vescovo ausiliario. Da un lato, crede che la Conferenza Episcopale abbia bisogno di vescovi ausiliari per condividere le molte questioni in modo collegiale. D’altra parte, il sito web degli archivi del vescovado di Coira afferma: «Alla fine del XX secolo, i vescovi ausiliari non sono stati nominati per necessità pastorali, ma per calcoli politici ecclesiastici. Con la «struttura attuale di tre vicari generali regionali» e un «vicario generale prescritto dal diritto canonico per tutta la diocesi», la funzione di vescovo ausiliare è «semplicemente superflua». Pertanto sembra che a Coira non ci sarà un vescovo ausiliare molto presto. (cath.ch/kath.ch/catt.ch)

Mons. Joseph Bonnemain, vescovo di Coira | © Raphaël Zbinden
13 Gennaio 2022 | 13:37
bonnemain (3), Coira (25)
Condividere questo articolo!