Chiesa

Chiuso il Meeting di Rimini. Guarnieri: forze che cambiano la storia

Si è chiuso il Meeting per l’amicizia fra i popoli di Rimini. I temi dell’edizione 2017 si sono concentrati su pace e perdono nel mondo. Il popolo di Comunione e Liberazione ha ribadito l’impegno per la sussidiarietà e il bene comune. Diretto il messaggio ai politici italiani: no slogan, no tatticismipartitici sui problemi della gente.

Il cardinale segretario di Stato Vaticano, Pietro Parolin, nel suo intervento dal tema: «L’abbraccio della Chiesa all’uomo contemporaneo«, ha ribadito anche che «in un tempo come questo, l’amore per il prossimo non può limitarsi ai rapporti per così dire privati, tra singoli. Esso bisogna che torni a realizzarsi nella responsabilità pubblica di ciascuno di noi, nei diversi settori sociali, politici e istituzionali».

Le otto le giornate della 38esima edizione hanno visto oltre 2.259 volontari, 118 incontri con 327 relatori, 17 esposizioni, 14 spettacoli con 21mila spettatori e 31 manifestazioni sportive. «Oggi occorre domandarsi quali sono le forze che cambiano la storia» ribadisce, nel suo bilancio, Emilia Guarnieri, presidente Fondazione Meeting per l’Amicizia tra i popoli.

Luca Collodi – News.va

Una delle scorse edizioni del Meeting di Rimini.
28 Agosto 2017 | 08:00
Condividere questo articolo!