Svizzera

Caritas svizzera si mobilita per aiutare i terremotati in Albania

Caritas Svizzera presta aiuti d’urgenza alle vittime del grave sisma in Albania. L’organizzazione umanitaria partecipa con un contributo di 500 000 franchi e lancia un appello per le donazioni. Un’équipe di Caritas Svizzera dell’ufficio in Kosovo si sta recando sul posto per definire i bisogni e coordinare gli aiuti. L’organizzazione partner Caritas Albania sostiene i senzatetto con cibo, acqua e coperte.

Dopo il grave terremoto di martedì, la situazione nelle zone colpite non si è ancora delineata. Molte case sono completamente distrutte o gravemente danneggiate. 26 persone hanno perso la vita tra le macerie, almeno 650 sono rimaste ferite. Le ricerche sotto i detriti procedono senza sosta. A Durazzo e Thumanë migliaia di persone vivono in tende. Qui Caritas Albania sta già offrendo assistenza a 1200 persone attraverso la fornitura di cibo, acqua e coperte.

«La gente non osa tornare nelle proprie abitazioni perché teme ulteriori scosse di assestamento e il pericolo di crolli. Manca anche l’elettricità, il che rende difficile l’approvvigionamento alimentare. Al momento possiamo distribuire solo panini», riferisce Tobias Nölke, coordinatore degli aiuti di emergenza di Caritas Austria, da Thumanë.

Caritas Svizzera ha fornito aiuti d’urgenza per 500 000 franchi e inviato nelle zone colpite un’équipe del suo ufficio in Kosovo che provvederà a supportare Caritas Albania e a garantire gli aiuti per i prossimi giorni e settimane. La necessità più urgente è fornire alle vittime pasti, acqua e prodotti per l’igiene. L’équipe di Caritas si occuperà anche della sistemazione sicura per i senzatetto durante l’inverno.

L’Albania è una delle nazioni più povere in Europa ed è spesso vittima di terremoti. Già a settembre ha subìto un terremoto di magnitudo 5,6.

Caritas Svizzera ringrazia per ogni donazione sul conto 60-7000-4 (con la nota «Terremoto Albania») o su www.caritas.ch/albania.

Il terremoto in Albania, foto Caritas Svizzera
28 Novembre 2019 | 12:40
svizzera (234)
Condividere questo articolo!

En relation