dal Mondo

Arcivescovo di Berlino: a mezzogiorno preghiera in cattedrale per le vittime della strage

20.12.2016, 11:50 / Bianca De Viso

L’arcivescovo di Berlino, mons. Heiner Koch, ha invitato tutti i berlinesi a unirsi in preghiera a mezzogiorno per ricordare le vittime della strage di ieri sera alle ore 20 nella Breitscheidplatz nel quartiere di Charlottenburg: 12 morti e numerosi causati da un autotreno scagliato a fari spenti contro il famoso mercatino di natale berlinese, gremito di persone a quell’ora, che si svolge da 33 anni. L’arcivescovo Koch si è detto “scioccato” dalle immagini di morte provenienti dal mercatino, e a mezzogiorno, nella cattedrale di Santa Edvige, guiderà una liturgia in favore delle vittime e dei loro familiari. Nel silenzio e nella preghiera Koch darà espressione del lutto di tutta la popolazione berlinese. Nel suo messaggio l’arcivescovo ha ringraziato tutte le forze di sicurezza, i medici e paramedici e i volontari dell’assistenza per i loro sforzi dopo la strage. Al momento le indagini sono in corso. Oggi in prima mattina, la polizia federale ha confermata l’ipotesi che si sia trattato di un “atto volontario terroristico”.

(SIR)

Amazzonia, card. Barreto: come Chiesa vogliamo vivere una cultura dell’incontro

19.07.2019

Il cardinale Barreto sul Sinodo per l’Amazzonia: “può essere un segno importante della risposta efficace per la promozione della giustizia e la difesa della dignità delle persone”.

Usa: dure proteste contro la politica migratoria del governo

19.07.2019

Ieri, come si legge in un articolo del Sir, a Washington una manifestazione organizzata dal Centro Colomban per la difesa e la sensibilizzazione, dalla Conferenza dei superiori maggiori maschili, dalla Conferenza dei Gesuiti di Canada e Usa, dalla Conferenza delle religiose degli Stati Uniti, da Pax Christi Usa e altri, per protestare contro le politiche di immigrazione messe in atto alla frontiera, in particolare nei confronti dei bambini.

Leader musulmani ribadiscono l’adesione al Documento sulla Fratellanza

18.07.2019

A quasi sei mesi dalla firma ad Abu Dhabi del Documento sulla Fratellanza Umana, sottoscritto da Papa Francesco e dal Grande Imam di Al-Azhar Ahmad Al-Tayyeb, 22 leader e intellettuali musulmani sunniti, sciiti e sufi hanno firmato un testo di 15 pagine per ribadire il loro sostegno al Documento.