Guadalupe Ortiz, beatificata oggi, 18 maggio.
Chiesa
Guadalupe Ortiz, beatificata oggi, 18 maggio.

Beatificazione Guadalupe Ortiz. Lettera del Prelato dell'Opus Dei

27.10.2018, 14:24 / redazionecatt

Guadalupe Ortiz de Landazuri nacque a Madrid il 12 dicembre 1916 e morì a Pamplona, ​​in fama di santità, il 16 luglio 1975. Nel 1944 conobbe San Josemaria, fondatore dell’Opus Dei, e si entusiasmò all’idea di poter incontrare Dio nella vita professionale. È stata una delle prime donne a far parte dell’Opus Dei e per tutta la vita fu un importante aiuto per il Fondatore. Grazie ad un decreto di Papa Francesco di qualche giorno fa, Guadalupe Ortiz sarà la prima fedele laica dell’Opus Dei a venire innalzata agli altari, il prossimo 18 maggio a Madrid.

Proprio questo evento ecclesiale mette in evidenza – scrive dopo aver ricevuto la notizia il Prelato dell’Opus Dei, mons. Fernando Ocariz –  come una vita al servizio di Dio e degli altri, anche i più bisognosi, può essere piena di gioia e di senso, così come vediamo nell’esistenza della futura beata. Guadalupe seppe trovare Dio nello svolgimento quotidiano del suo lavoro scientifico di docente, nei diversi compiti di formazione e di governo che san Josemaría le affidò, e nella malattia, vissuta con grande spirito cristiano“.

Chi l’ha conosciuta sottolinea la sua gioia e il suo buonumore – radicati nella certezza di sapersi figlia di Dio– insieme a una determinazione e spirito di iniziativa che forgiarono in lei un cuore universale. Il suo esempio riflette come “il Signore chiede tutto, e quello che offre è la vera vita, la felicità per la quale siamo stati creati. Egli ci vuole santi e non si aspetta che ci accontentiamo di un’esistenza mediocre, annacquata, inconsistente (Gaudete et Exsultate, n. 1)”.

Ulteriori informazioni biografiche sulla personalità di Guadalupe Ortiz sul sito dell’Opus Dei.

(red)

Il Collegio Papio.

Il Rettore del Papio a New York per un congresso sulle scuole cattoliche

19.07.2019

Abusi sessuali nella Chiesa, Nicolas Betticher scrive a Papa Francesco: serve un tribunale indipendente

16.07.2019

Il vicario giudiziale Nicolas Betticher, responsabile del Tribunale interdiocesano svizzero, esorta papa Francesco e i vescovi a creare tribunali indipendenti all'interno della Chiesa per giudicare - in parallelo alla giustizia civile - i casi di abusi sessuali. È il solo modo di rendersi credibili, afferma in una intervista al Tages-Anzeiger zurighese.

Firmato accordo sullo statuto giuridico della Chiesa in Burkina Faso

12.07.2019

L’intesa, redatta in lingua francese e composta da un preambolo, 19 articoli e un protocollo addizionale, garantisce alla Chiesa la possibilità di svolgere la propria missione in Burkina Faso.