Svizzera

Avvicendamento alla guida dei cappuccini svizzeri: al ticinese Del Pietro subentra Josef Haselbach

I cappuccini della Provincia della Svizzera hanno scelto il loro nuovo Provinciale: al ticinese padre Agostino Del Pietro che dal 2013 era alla guida della Provincia svizzera e che da allora, lasciato il Ticino, ha vissuto  nel convento di Lucerna, è subentrato a mandato concluso da parte del ticinese, lo scorso 12 giugno 2019, padre Josef Haselbach. Haselbach, 68 anni, ha una lunga esperienza in qualità di cappellano negli ospedali e guiderà l’ordine almeno per un triennio.

Padre Del Pietro, dal 2013 al 2019 alla guida dei cappuccini della Svizzera

Agostino Del Pietro durante il periodo in cui è stato provinciale ha dovuto gestire il dossier delicatissimo su padre Joel Allaz, il cappuccino elvetico accusato di gravi abusi sessuali. Per questo dossier padre Del Pietro ha istituito nel 2018 una commissione d’inchiesta. Sempre durante la responsabilità di padre Del Pietro, nel 2017, i cappuccini della Svizzera italiana sono diventati una nuova custodia, migrando dalla Provincia svizzera a quella della Lombardia, un cambiamento giuridico che ha voluto arginare la crisi delle vocazioni e garantire sostegno alla ventina di religiosi dei quattro conventi del cantone. La promulgazione del Decreto di creazione della Provincia è avvenuto l’8 marzo 2018 a Bellinzona.

Tra le altre attività portate avanti durante il periodo in cui Del Pietro è stato alla guida dei cappuccini della Svizzera, ricordiamo  i lavori di rinnovamento del convento di Wesemlin a Lucerna con il progetto Oase-W che offre opportunità di soggiorno anche per laici nello stesso convento lucernese e la chiusura del convento cappuccino di Briga. Per il sessantaduenne padre Agostino Del Pietro ora si prospetta un rientro in Ticino.

fonte: kath.ch/red/catt.ch

Padre Agostino Del Pietro (fonte: Ordine dei cappuccini)
16 Giugno 2019 | 06:20
FratiCappuccini (2), svizzera (208), ticino (276)
Condividere questo articolo!