dal Mondo

Australia: la celebrazione della Domenica degli aborigeni

15.07.2019, 18:26 / RedCattLQ

“Dal caos delle grandi città alla tranquillità delle comunità più remote, cattolici e indigeni si sono seduti fianco a fianco, in segno di unità”. E’ quanto ha dichiarato all’Agenzia Fides il direttivo del National Aboriginal and Torres Strait Islander Catholic Council (Natcicc), il Consiglio dei cattolici australiani in rappresentanza delle popolazioni native, in merito allo svolgimento della giornata loro dedicata, celebrata in tutta la nazione il 7 luglio scorso.

Le iniziative della Chiesa cattolica per la cultura aborigena

Le varie comunità cattoliche locali, spiegano i rappresentanti del Consiglio, hanno partecipato attivamente con diverse iniziative: “ad Adelaide, il presidente del Natcicc, John Lochowiak, ha dato il benvenuto nella cattedrale ad una rappresentanza del popolo Kaurna e ha guidato la cerimonia del fumo, un rituale tipico degli aborigeni australiani, per purificarsi e poi dare inizio alla messa. A La Perouse, il sacerdote gesuita ed amico di lunga data delle Prime nazioni, padre Frank Brennan, ha dedicato all’evento una Messa particolare nella chiesa della Riconciliazione, che è nata proprio per riunire le persone di cultura aborigena nella Chiesa cattolica, attraverso la liturgia e la formazione. Il gesuita ha presentato l’anziana Elsie Heiss, a cui quest’anno è stato conferito il ‘Natcicc Service to Community Award’, un premio assegnatole per il suo continuo impegno verso la Chiesa ed il suo popolo”.

Accento della Chiesa sul dramma dei suicidi tra gli aborigeni

Celebrata all’inizio di luglio, la Domenica degli Aborigeni e degli Abitanti dell’Isola dello Stretto di Torres rappresenta un appuntamento fisso nel calendario della Chiesa australiana. Quest’anno, nel loro messaggio in preparazione alla giornata, i vescovi hanno chiesto di porre una particolare attenzione alla problematica dei suicidi tra i membri di queste popolazioni, fenomeno assai diffuso soprattutto tra i più giovani: “Questa realtà è triste ed inaccettabile. Per noi cristiani, Gesù è venuto a portare vita piena. Ci sta chiamando per lavorare insieme con amore e rispetto e per cercare una soluzione a questo tragico problema”, ha scritto la Conferenza episcopale.

VaticanNews

Madagascar, i libri delle Figlie di San Paolo per superare la povertà

16.08.2019

Le Figlie di San Paolo offrono una risposta culturale alla crisi valoriale e materiale che attraversa l’isola dell’Oceano Indiano.

Cile: religiosi chiedono di dichiarare l’emergenza climatica nel Paese

16.08.2019

La Conferenza delle religiose e dei religiosi del Cile (Conferre) ha diffuso ieri una dichiarazione nella quale chiede che venga dichiarata in Cile l’emergenza climatica.

"Maria Mae da Vida”, una casa per le ragazze madri

16.08.2019

A Fortaleza, nel nordest del Brasile, opera l’associazione diocesana ‘Maria Mae da Vida’, gestita dalle suore missionarie camilliane, che si occupa di dare accoglienza a ragazze madri provenienti dalle favelas