Ticino

Auguri Don Sandro

UN SEGNO DI RICONOSCENZA E DI GRATITUDINE

Chi è Sandro Vitalini? Un teologo cristiano molto competente? Sì, ma anche qualcos’altro. Un prete cattolico coerente con la sua vocazione presbiterale? Sì, ma anche di più. Un uomo dallo stile di vita essenziale, privo di cedimenti all’esteriorità? Sì, ma non solo. Un intellettuale coraggioso, impegnato a creare collegamenti sempre nuovi tra la ricerca teologica e filosofica e la quotidianità delle persone? Un confidente di difficoltà e problemi personali, sulla cui riservatezza si può contare in modo assoluto? Indubbiamente anche questo, ma è qualcosa di più… Insomma, chi è Sandro Vitalini? È un uomo che, nella sua esistenza, ha fatto dell’accoglienza verso chiunque abbia bisogno di lui la sua logica di vita. Non vogliamo certo mitizzare questo ticinese strabocchevole di umanità intelligente ed appassionata e, nello stesso tempo, timido e riservato, incapace di risparmiarsi quando qualcuno gli chiede aiuto, ma la realtà è questa. Nato a Campione d’Italia il 27 febbraio 1935, cresciuto a Melide, consacrato presbitero nel 1959, è stato docente di teologia sistematica all’Università di Fribourg dal 1968 al 1994, della cui Facoltà di Teologia è stato decano due volte. Ha presieduto la commissione teologica della Conferenza dei Vescovi Svizzeri. È stato pro-vicario generale della Diocesi di Lugano dal 2004 al 2014. Attraverso questa piccola brochure intendiamo soltanto manifestargli il nostro affetto, la nostra riconoscenza. Queste pagine racchiudono solo qualche frammento di suoi scritti, dal 1963 al 2012. Speriamo che queste righe vitaliniane possano raggiungere tante persone che conoscono il loro autore oppure non hanno ancora avuto tale gioia e tale onore. Quando si telefona a casa di don Vitalini, spessissimo si trova la segreteria telefonica inserita: egli è fuori casa e, nella stragrande maggioranza dei casi, ciò avviene perché sta facendo del bene a qualcuno, magari ascoltandone le difficoltà e le angosce, o a qualche parrocchia o gruppo ecclesiale, nel Canton Ticino o2 altrove, dispensando la sua grande cultura teologica ed umanistica, a servizio dell’autentica evangelizzazione, ossia quella che diffonde la certezza che l’amore del Dio di Gesù Cristo sia effettivo e sia rivolto, in modo libero e responsabile, ad ogni essere umano. Grazie, caro Sandro, di quanto ci hai donato e di tutto quello che, in futuro, vorrai e potrai regalarci ancora. Come? Continuando a offrire, in Svizzera e altrove, la tua sapienza culturale, la tua grande apertura di mente e di cuore alla quotidianità di tantissime persone. Esse, nella Chiesa e nella società civile, continuano ad avere estremo bisogno di godere di queste tue preziose qualità, per scoprire o riscoprire il senso della loro vita.

Continua a leggere cliccando qui.

Don Sandro Vitalini
27 Febbraio 2015 | 14:28
Condividere questo articolo!