Papa e Vaticano

Attesa per il video messaggio di Francesco all'ONU

È atteso per domani il video messaggio con cui Papa Francesco parlerà all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, riunita nella 75esima sessione nell’ambito della High Level Week di New York.

Nel presentare lo scorso 15 settembre l’importante appuntamento, il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, ha rivolto un appello ai governi perché venga rispettata la sua richiesta di un cessate il fuoco globale entro il 2020, fatta a marzo.

«Il coronavirus è oggi la principale minaccia alla sicurezza globale nel nostro mondo, questo è il motivo per cui, a marzo, ho chiesto un cessate il fuoco globale»

ha spiegato il segretario generale. Parlando con i giornalisti Guterres ha osservato che ci sono alcuni fatti positivi: «Dall’Afghanistan al Sudan – ha detto – vediamo nuovi promettenti passi verso la pace. In Siria, Libia, Ucraina e altrove, il cessate il fuoco o l’arresto dei combattimenti possono creare spazio per la diplomazia». Ha citato poi lo Yemen dove «stiamo premendo per un cessate il fuoco e la ripresa del processo politico».

La questione climatica e il Covid-19

Anticipando i temi che sono oggetto dell’Assemblea di questi giorni, tra questi la questione climatica, Guterres ha messo in guardia sull’eccessiva concentrazione dei gas serra, che ha provocato l’estate più calda mai registrata e incendi devastanti. Il segretario generale dell’Onu ha inoltre  sottolineato l’importanza della riunione: «Dobbiamo continuare a rispondere all’impatto immediato della pandemia di coronavirus rafforzando i sistemi sanitari e sostenendo lo sviluppo e la distribuzione equa di cure e vaccini, ma dobbiamo anche prepararci a costruire una forte ripresa, basata sull’Agenda 2030 e sull’accordo di Parigi».

La visita di Papa Francesco alle Nazioni Unite

Proprio cinque anni fa, nel settembre 2015, il Papa faceva ingresso nella sede dell’Onu a New York, una tappa storica nell’ambito del suo viaggio pastorale negli Stati Uniti. In quell’occasione, ai rappresentanti di tutte le nazioni, Francesco ha rivolto un ampio discorso in cui sollecitava all’attenzione verso i poveri e nei confronti del cambiamento climatico. »Il mondo chiede – aveva affermato – soluzioni urgenti ed efficaci». Il Papa affermò, tra l’altro, che «la casa comune di tutti gli uomini deve continuare a sorgere su una retta comprensione della fraternità universale e sul rispetto della sacralità di ciascuna vita umana». 

Vatican News/red

Papa Francesco in visita all'ONU a New York nel 2015.
24 Settembre 2020 | 15:30
Condividere questo articolo!