Papa

Aspettavano un prete, arriva il Papa. Sorpresa per le Suore della Carità di Roma

20.03.2017, 17:00 / Redazione Web

Aspettavano il sacerdote che doveva predicare gli Esercizi spirituali per la Quaresima, ma le Suore della Carità di Santa Giovanna Antida Thouret a Roma hanno visto invece arrivare, a sorpresa, Papa Francesco. L’episodio – di cui dà notizia l’Ansa – è avvenuto nella Casa generalizia delle religiose il pomeriggio di martedì 14 marzo; alcune suore, però, lo hanno reso noto confidenzialmente solo oggi.

Si legge sul sito della Congregazione: «Martedì 14 marzo, nel pomeriggio, abbiamo avuto la gioia di accogliere tra noi Papa Francesco. Con lui abbiamo pregato e dialogato. Lodiamo il Signore e lo ringraziamo per questa immensa grazia che ha riservato a tutta la nostra Congregazione». Papa Francesco è giunto da solo nella struttura di via Santa Maria in Cosmedin nella zona del Circo Massimo, accompagnato solo dal suo autista e dal sacerdote che effettivamente doveva predicare gli Esercizi spirituali.

L’incontro sarebbe durato alcune ore, il Pontefice si è fermato a chiedere alle consacrate della loro vita e dei loro problemi. Presenti ovunque nel mondo, le Suore della Carità sono hanno come carisma l’aiuto ai poveri.

(Vatican Insider)

"Assicurare l'esistenza della stampa cattolica"/GdP.ch

17.12.2017

Il Papa ha ribadito stamane l'importanza dei media diocesani, "strumenti preziosi ed efficaci, con caratteristiche peculiari come la serenità, la precisione e la completezza".

Francesco incontra in Vaticano i membri dell'Alleanza evangelica mondiale

15.12.2017

Si è articolato soprattutto su temi ecumenici l'incontro di ieri in Vaticano, in forma privata, tra Papa Francesco e i membri della presidenza dell’Alleanza evangelica mondiale.

Papa: la diversità di culture e religioni siano un bene per la società globalizzata

15.12.2017

Francesco ha ricevuto un gruppo di ambasciatori, tra i quali i rappresentanti di India, Yemen e Azerbaijan. “Le forze centrifughe che vorrebbero dividere i popoli non sono da ricercarsi nelle loro differenze, ma nel fallimento nello stabilire un percorso di dialogo e di comprensione come il più efficace mezzo di risposta a tali sfide”.