Internazionale

Arizona: passa la legge che vieta l'aborto per anomalie genetiche

Nello Stato americano dell’Arizona il governatore Doug Ducey ha trasformato in legge il provvedimento che vieta le interruzioni di gravidanza sulla base di anomalie genetiche, a meno che la condizione sia considerata letale per il feto.

«C’è valore in ogni vita, a prescindere dalla genetica. Continueremo a dare la priorità alla vita di coloro che non sono ancora nati – afferma Ducey al suo secondo mandato -. Questa legge protegge le vite umane». La nuova norma prevede il carcere per chi effettua aborti, vieta la spedizione via posta di medicinali per indurre l’aborto e richiede che i feti siano seppelliti o cremati. La legge rende quindi reato per un medico interrompere una gravidanza in caso di anomalie genetiche, e punisce anche chi usa la forza o la minaccia per indurre una donna a interrompere la sua gravidanza in questi casi.

29 Aprile 2021 | 12:15
Condividere questo articolo!