Chiesa

Arcivescovo di Chicago: la Chiesa sia madre amorevole per le vittime di abusi

22.02.2019, 14:06 / redazionecatt

La Chiesa deve diventare madre addolorata per coloro “che sono stati schiacciati dall’abuso del clero”, essere “veramente Pietȧ, spezzata nella sofferenza, consolante nell’amore avvolgente, costante nell’indicare la divina tenerezza di Dio tra le sofferenze della desolazione” in chi ha subito violenza. Per questo “noi capi della Chiesa dobbiamo ancorare tutti i nostri provvedimenti “al dolore penetrante di coloro che sono stati abusati e delle famiglie che hanno sofferto con loro”. L’ arcivescovo di Chicago, il cardinale Blase Joseph Cupich, che è presidente della commissione per la protezione dei minori della Conferenza Episcopale degli Stati Uniti, è il secondo relatore del secondo giorno di lavori dell’Incontro su “La protezione dei minori nella Chiesa” in corso in Vaticano. E apre il suo intervento su “Sinodalità: responsabilità condivisa”, nella giornata dedicata all’accountability, cioè “il dover rendere conto”, invitando i partecipanti, presidenti delle Conferenze episcopali di tutto il mondo e membri della Curia romana, ad una forte empatia con gli abusati, i loro genitori e i fedeli in generale.

Continua a leggere su VaticanNews.

Nathalie Bécquart Xavière, già direttrice del Servizio nazionale della Conferenza episcopale francese per l’evangelizzazione dei giovani e per le vocazioni

Papa Francesco: per la prima volta nomina quattro donne consultori della Segreteria generale del Sinodo dei vescovi

25.05.2019

Per la prima volta, per volere di Papa Francesco, la Segreteria generale del Sinodo dei vescovi si avvarrà del contributo di quattro donne: tre suore e una laica.

Via libera di papa Francesco alla nuova traduzione del Messale

24.05.2019

Era il novembre del 2018 quando l’Assemblea della Conferenza Episcopale Italiana, alla quale la nostra Diocesi di Lugano si riferisce per i testi liturgici di lingua italiana, accoglieva la nuova versione che, prima di essere definita “ufficiale”, necessitava però di essere approvata dalla Santa Sede. Ora il testo italiano è passato al vaglio della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei Sacramenti per la necessaria confirmatio e ha ricevuto la definitiva conferma da Papa Francesco.

Social media: strumenti per costruire e dare voce a chi non ha voce

23.05.2019

Convegno promosso dal Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede sul tema “Dalle social network communities alla comunità umana. Le nostre esperienze”.