Papa e Vaticano

Anziani: non un popolo da scartare, ma una ricchezza da valorizzare

Papa Francesco ha più volte sottolineato, fin dall’inizio del suo Pontificato, che gli anziani hanno un ruolo centrale nella trasmissione della fede, nel dialogo con i giovani e nel custodire le radici dei popoli. Sono alberi, ha detto il Santo Padre, «che continuano a portare frutto», testimoniando che «ogni stagione dell’esistenza è un dono di Dio e ha una sua bellezza e una sua importanza». A questa sollecitudine del Papa per le persone della cosiddetta terza età, il Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita risponde con un Congresso internazionale di pastorale degli anziani, incentrato sul tema «La ricchezza degli anni». A partire da domani e fino al prossimo 31 gennaio, circa 550 esperti ed operatori pastorali provenienti da 60 Paesi si riuniranno presso il Centro Congressi «Augustinianum» di Roma per riflettere su varie tematiche. È la prima volta che la Santa Sede organizza un evento del genere, finalizzato ad intraprendere una riflessione pastorale su un tema che è destinato a segnare la vita della società e della Chiesa per i decenni a venire.

I temi del Congresso
L’incontro sarà diviso in tre sessioni tematiche: la prima sarà dedicata al contrasto della cultura dello scarto e all’approfondimento di come, in maniera differente a seconda del contesto socioculturale di provenienza, la Chiesa manifesti il suo volto misericordioso rimanendo sempre accanto a tutti gli anziani. La seconda avrà al centro le famiglie e le loro responsabilità nei confronti dei nonni e degli anziani: esse sono chiamate a riconoscere il dono della vita e della fede trasmessa vivendo una conversione pastorale che metta al centro la gratitudine. La Chiesa non può accettare che gli anziani rimangano privi di un contesto familiare e, dove questo manchi, la Chiesa si sente chiamata a divenire essa stessa famiglia per tutti coloro che vivono nella solitudine. L’ultima sessione sarà dedicata alla vocazione degli anziani all’interno della Chiesa. L’aumento dell’aspettativa di vita ed il miglioramento generalizzato delle condizioni di salute hanno donato a moltissime persone una stagione della vita in più: libera dagli impegni lavorativi, ma ancora in buona salute.

Anziani ed evangelizzazione
Il Congresso «La ricchezza degli anni» è stato presentato questa mattina nella sala stampa della Santa Sede. Secondo l’ultimo rapporto World Population Ageing delle Nazioni Unite, nel 2019 gli anziani, con 65 anni o più, erano 703 milioni.Nei prossimi tre decenni, il numero globale di persone della terza età dovrebbe più che raddoppiare, raggiungendo oltre 1,5 miliardi di persone nel 2050. L’aumento dell’aspettativa di vita ed il miglioramento generalizzato delle condizioni di salute presentano nuove opportunità e sfide, anche nel campo dell’evangelizzazione. È quanto sottolinea Vittorio Scelzo dell’Ufficio per la pastorale degli anziani del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita sottolinea che la longevità degli anziani.

Ascolta l’intervista a Vittorio Scelzo su Vatican News

28 Gennaio 2020 | 17:39
anziani (15), congresso (9), pastorale (11)
Condividere questo articolo!