Ticino

Ali aperte per volare con Dio

Una proposta interessante, per certi versi nuova alle nostre latitudini. A cui si aggiunge la creatività sorta dopo in questo anno di pandemia. La preghiera sotto forma di danza, un momento di forte condivisione e di espressione di libertà e unione. Anche questa esperienza ci avvicina alla Pasqua ricaricandosi e rinascendo. Abbiamo incontrato Marylin Moggi promotrice e ideatrice di questa iniziativa.

Da dove nasce questa idea?

Ho iniziato a ballare sin da quando sono piccola, e già a 7 anni ho sperimentato per la prima volta la danza in ambito cristiano. Era con le focolarine e abbiamo fatto una danza di lode, come spettacolo, durante una Mariapoli.

Da lì ho espresso il mio desiderio di voler ballare per Dio… che si è poi trasformato a ballare proprio con Lui.


E passo dopo passo, dopo svariate esperienze in cui ho potuto vivere la danza unita alla fede, sia come trasmissione di un messaggio, sia come mio modo di unirmi con Dio l’anno scorso ho avuto l’opportunità di formarmi a Londra. Ho seguito una formazione di danza con una compagnia cristiana che insegna come portare la danza come testimonianza del messaggio cristiano in vari modi, tra cui come usarla come mezzo di preghiera e lode personale a Dio.

Ed è proprio qui che ho appreso come trasmettere e guidare questi momenti di danza abbinati a momenti di riflessione e preghiera.

Perché questa iniziativa?

Perché per me la danza è un linguaggio universale, già potente di suo, e quando ballo con Dio si evolve ancora di più. Esplode. E a volte mi sembra proprio di spalancare le ali e volare con Dio. Ecco perché è nata questa iniziativa, per donare ad altri questa capacità incredibile e intraprendere insieme questo volo, perché un viaggio condiviso è un’esperienza ancora più forte.

E non c’è nulla di più bello di donare oltre ciò che si ha imparato e ricevuto. Questo è il mio dono.

In quale percorso si inserisce?

È il secondo appuntamento, dopo quello di Natale. Ho deciso di riproporlo adesso per Pasqua e poi continuare il percorso ogni primo sabato del mese.
È un percorso di scoperta di se, del dialogo con il Signore e di come vivere e esprimere la gioia e l’amore di Dio. E scoprire come ascoltare la Sua voce, le sue risposte attraverso l’anima e la danza.
È una ricerca costante su come l’arte può essere usata come meditazione (un po’ magari come dipingere un’icona…).

Puoi raccontarci come si svolgerà?

In questo incontro cercheremo di lasciare a Dio e liberarci dei nostri pesi per poi rinascere con un «cuore puro» e farci guidare dai movimenti e affidare a Dio nostri sogni, desideri, e qualsiasi altra idea che dovesse nascere in questo momento.

L’incontro comincia con una preghiera «classica», per sintonizzarci con Dio e essere pronti a ballare con lui. Inizieremo poi a scaldare e preparare il corpo con movimenti semplici e guidati, per poi lasciarsi (per chi vuole) trasportare in un’improvvisazione. Dopo verrà letto parte del salmo 51, e attraverso una canzone verrà poi ballato.
Seguirà poi un momento di creazione, che verrà guidata da me (e rimango sempre meravigliata dalla creatività e sincerità dei gesti dei «non ballerini»).

A chi si rivolge?

Si rivolge a tutti, giovani e meno giovani, per chi è ancora in grado di «saltare» e chi invece può danzare solo da seduto.
È aperto a tutti quelli che hanno voglia di muoversi e ballare e scoprire come unire ciò a Dio.
Non è richiesta nessuna esperienza nella danza, anzi…lasciatevi sorprendere dalla creatività che nasce in questi momenti.

Perché e come partecipare?

Perché partecipare… è un momento arricchente, un modo diverso per approcciarsi a Dio, viverLo con ogni nostro movimento e lasciare parlare l’anima e ascoltare lo Spirito Santo tramite il corpo e i suoi movimenti.
Per partecipare scrivete un’email a marylinmoggi@gmail.com, dopo l’iscrizione riceverete le informazioni necessarie e il link d’accesso, visto che l’incontro si terrà su zoom. Vi serve solo lo spazio sufficiente per potervi muovere un po’. Il salotto o la stanza da letto sono perfetti.

2 Aprile 2021 | 07:03
preghiera (263)
Condividere questo articolo!