Ticino

Al via l’estate dei giovani: a piedi o in bicicletta, le proposte della diocesi

Tra programmi annullati e appuntamenti saltati causa pandemia, c’è una proposta dedicata ai giovani (dai 16 ai 35 anni) che intende accompagnare l’intera stagione estiva, tra escursioni a piedi o in bicicletta e visite a luoghi di interesse storico – culturali davvero suggestivi. A raccontarci delle belle iniziative di questa estate 2020 è don Rolando Leo, assistente della Pastorale Giovanile della Diocesi di Lugano. «Dopo un periodo particolare vissuto a distanza, ma comunque fruttuoso con i sabati mattina di catechesi on line, di testimonianze, incontri e meditazioni fruibili in diretta anche su catt.ch, molto apprezzati, abbiamo ora pensato di accompagnare i giovani nella stagione estiva con alcune belle esperienze in mezzo a paesaggi fantastici, visitando monumenti storici e in compagnia di amici preziosi. Per noi come Pastorale Giovanile è importante promuovere l’aggregazione tra i ragazzi e quest’anno lo faremo in prevalenza su territorio ticinese-svizzero con uno sconfinamento in territorio italiano».

Il mercoledì e il sabato le escursioni in Ticino

La prima proposta di cui ci parla don Leo prende spunto dal libretto pubblicato pochi giorni fa dalla diocesi attraverso l’Ufficio Liturgia Pastorale, in cui vengono proposti una decina di itinerari escursionistici sul territorio ticinese rivolti a tutti e in particolare alle famiglie.

Don Rolando Leo

«Seguendo questa linea, come Ufficio di Pastorale Giovanile abbiamo voluto proporre la medesima cosa con modalità diversa: crediamo infatti sia importante il senso di appartenenza al gruppo e che sia fondamentale, in questo momento ancor di più, offrire qualcosa da vivere insieme tra giovani per crescere nell’amicizia reciproca e con il Signore. Abbiamo così studiato una decina di uscite sull’arco di due mesi legate in particolare al territorio ticinese: saranno giornate che si svolgeranno in genere il mercoledì e il sabato con l’eccezione di alcune uscite che si svilupperanno su più giorni. Abbiamo pensato a diverse escursioni in montagna e ad alcune uscite in bicicletta alla scoperta del Ticino, visitando mete culturali e spirituali non di poco conto. La prima uscita sarà quella di mercoledì prossimo, 24 giugno, sul Monte Tamaro». A rendere ancora più prezioso il cammino di queste giornate saranno i momenti di riflessione spirituali in continuità con il percorso fatto quest’anno dai giovani: «tema fondante di tutto questo anno della Pastorale Giovanile è ‘Datevi al meglio della vita’, lo slogan scelto da Papa Francesco e tratto dalla sua Esortazione Apostolica Christus Vivit. Questo invito papale non significa godersi la vita riempiendola di cose, ma arricchire della presenza del Signore la nostra esistenza rendendola missione piena».

Il Ciclo Swiss sul lago di Zurigo e la Via Francigena fino a Pavia

Accanto a queste occasioni di incontro che si svilupperanno lungo tutto l’arco della stagione ve ne sono altre due più sostanziose ed impegnative (in termini di giorni): «la prima dal 5 al 9 agosto sarà quella del Ciclo Swiss», ovvero in sella alla propria bicicletta si percorrerà un affascinante itinerario intorno al lago di Zurigo. L’idea è quella del ciclo-pellegrinaggio, «una proposta che viene offerta ai giovani ormai da diversi anni e che vuole coniugare lo sforzo fisico alla ascesi spirituale». Nella settimana successiva, dal 12 al 16 agosto, i giovani che lo desidereranno saranno invece invitati a percorrere a piedi alcune tappe dell’antica Via Francigena nel tratto che da Chiasso porta fino a Pavia. Ovviamente per quanto riguarda queste due proposte don Rolando Leo assicura che «ci sarà uno sguardo più che approfondito sulle misure di sicurezza dettate dalle autorità che verranno rispettate in ogni contesto».

Per tutte le proposte, per informazioni e per le iscrizioni, visitare il sito della Pastorale Giovanile: pastoralegiovanile.ch.

22 Giugno 2020 | 11:38
Condividere questo articolo!