Internazionale

A The Voice, in Francia, cinque giovani sacerdoti incantano il pubblico

Il programma «The Voice», nelle sue varie declinazioni nazionali, ha già avuto diversi partecipanti che hanno fatto parlare di sé, ma come questi mai. In Francia, al programma si è infatti presentata la Schola Fratrum (letteralmente, «il coro dei confratelli»). I suoi membri, Cyril, Arthur, Pierre, Denis e Vladimir provengono da differenti angoli della Russia, ma si sono ritrovati e conosciuti al seminario ortodosso Epinay-sur-Seine, dove cantano assieme da diversi anni. E così, proprio vestiti di talare, i cinque preti si sono presentati al noto programma televisivo il 18 gennaio scorso.

Per tentare di convincere i severi «coaches» non hanno fatto altro che cantare come fanno sempre: a cappella, proponendo un canto russo tradizionale. I coaches, come si puì immaginare, sono rimasti impressionati: «Che lingua è?», «Quanti sono? Sembrano una voce sola!». Coaches e pubblico alla fine si sono alzati in piedi per un’ovazione.

Ogni coach è arrivato alla stessa conclusione:  »È vero che per noi, come giudici, è complicato giudicare, perché il vostro canto ha davvero qualcosa di spirituale e magnifico. Ho meditato mentre vi ascoltavo. Cosa vi si può augurare, se non di continuare a cantare dappertutto e sempre?». La coach Lara Fabian, ha anche fatto una proposta concreta ai giovani cantori: «Vorrei proporvi di cantare con me a Mosca la prossima volta. Ho un pubblico che mi segue da tanto lì, sarebbe magnifico unire le nostre voci».

Guarda il video dell’esibizione.

(red)

20 Gennaio 2020 | 10:24
canto (6), preti (7), russia (41), the voice (1)
Condividere questo articolo!