Svizzera

A San Gallo due artisti scendono in strada alla ricerca di «senso»

A pochi passi dalla Cattedrale di San Gallo un laboratorio all’aria aperta presenta i «Dieci Comandamenti, parte 2» in pannelli di arenaria. Frank e Patrik Riklin hanno allestito il loro luogo di lavoro temporaneo sulla Gallusstrasse, nel centro storico della cittadina elvetica, in un luogo chiaramente visibile ai passanti e dove lavoreranno su dieci blocchi di pietra fino al 1 luglio. I fratelli Riklin vogliono incoraggiare la società a riflettere su se stessa e a cercare significati e senso dell’esistenza, a partire dalla pandemia. L’obiettivo della performance è quello di creare una realizzazione che sia pure un ponte «tra arte, religione, filosofia ed economia». Nell’originale allestimento i due fratelli artisti hanno deciso di comunicare un messaggio: non intendono rilasciare interviste, perché,  a loro dire, l’opera che stanno realizzando sarà in grado da sola di comunicare. Dopo il 9 Luglio i blocchi di arenaria saranno trasferiti a Zurigo dove gli autori intendono proseguire l’esposizione, in quella che – nel loro comunicato stampa- dichiarano essere «uno dei centri finanziari più potenti del mondo».

fonte: kath/red

Curiosità in più: i lavori dei due artisti si possono seguire in livestream.

26 Giugno 2020 | 07:17
coronavirus (331), svizzera (285)
Condividere questo articolo!