Diocesi

A Massagno la «Madonna della Salute» in festa

Nove giorni di preghiera mattutina per iniziare il cammino di Quaresima. Da oggi a domenica 17 marzo. Quella della novena alla Madonna della Salute a Massagno è una tradizione che si perpetua da anni e addirittura risale al XVIII secolo. Abbiamo chiesto a Rodolfo Schnyder, presidente della Parrocchia di Massagno, di raccontarci la nascita di questa tradizione di fede.

«I massagnesi la istituirono quale momento di preghiera e di ringraziamento alla Madonna (detta appunto della Salute) per averli risparmiati dal flagello della peste, che a quel tempo aveva fatto vittime in Ticino e nella vicina Lombardia. Da allora il voto fatto dai massagnesi di recarsi in processione con il canto in latino del Miserere (Salmo 50), per nove giorni consecutivi, all’Oratorio della Madonna della Salute è sempre stato mantenuto.»

Ma come è organizzata la Novena? «La Novena – spiega – inizia sempre il primo sabato di Quaresima. Nei giorni feriali si inizia con una processione che parte dalla chiesa parrocchiale di Santa Lucia e giunge all’oratorio della Madonna della Salute, alle 6.15, con il canto della prima metà del «Miserere». Segue la Santa Messa, che inizia con il canto del «Dio ti salve o Regina», che è identico all’inno della Corsica. Al termine, verso le 7, si ritorna processionalmente in Santa Lucia, cantando la seconda parte del «Miserere».”

Cosa avviene nelle domeniche? «Nelle due domeniche, la Novena inizia alle 17, con partenza da Santa Lucia. Al posto della santa Messa vengono cantati alla Madonna della Salute i Vespri.»

Siamo quest’anno alla 290esima Novena; come si mantiene una fedeltà ad un gesto che implica una sveglia impegnativa? «Io vi partecipo perché è il miglior modo che mi è offerto d’iniziare la Quaresima, per di più in modo comunitario. ”

Ma chi interviene alla Novena? «La partecipazione è andata crescendo negli ultimi anni sino a raggiungere le 90 persone, in particolare nei giorni feriali. E arrivano anche fedeli di parrocchie viciniore, persone legate a Massagno.» Questi legami in realtà non sono una novità, poiché in passato alcune comunità vicine andavano annualmente in processione alla Madonna massagnese. In questo senso si possono ricordare le processioni organizzate dalle confraternite del SS. Sacramento della Cattedrale e del Sacro Cuore di Molino Nuovo. Quest’ultima per esempio resistette fino agli anni 90, ma poi fu abbandonata a causa del traffico. La Novena in quanto tale invece conserva tutto il suo fascino, probabilmente perché capace di toccare in profondità le corde del cuore.

Chiara Gerosa

L'Oratorio della Madonna della Salute a Massagno
9 Marzo 2019 | 11:10
Condividere questo articolo!

En relation