Televisione

A cinquant'anni dalla morte di Giovanni Guareschi

Ricorrono domani i 50 anni dalla morte di Giovanni Guareschi, popolare autore di Don Camillo e Peppone, protagonisti di libri e film che fanno parte della memoria collettiva incarnando ed esprimendo un mondo ormai scomparso, che Guareschi stesso definiva «mondo piccolo», quello della realtà rurale italiana del dopoguerra.

Ma pochi sanno che Giovanni Guareschi, oltre che popolare scrittore amatissimo ancora oggi, è stato anche giornalista, fotografo, imprenditore agricolo, illustratore; e ha trascorso lunghi periodi a Cademario intrattenendo importanti legami con il nostro territorio. Per questo, la Biblioteca cantonale di Lugano ha deciso di ricordarlo con una mostra realizzata in collaborazione con l’Archivio Giovannino Guareschi di Roncole Verdi (PR).

Il percorso ideato dai curatori – il figlio Alberto Guareschi e Luca Saltini – racconta attraverso documenti, fotografie, disegni, lettere, manoscritti e molto altro, la vita del grande umorista. Impegnato in molte battaglie politiche e civili, resta tutt’oggi un esempio di coerenza e onestà intellettuale, una voce che seppe parlare in modo semplice a milioni di lettori. 

La mostra resterà aperta fino all’8 settembre, presso la sala espositiva della Biblioteca. Apertura secondo i normali orari della Biblioteca. Ingresso gratuito. 

Altre informazioni qui.

21 Luglio 2018 | 08:47
Condividere questo articolo!

En relation