italia

A Bologna il Festival Francescano: 150 eventi all'insegna del dialogo

17.07.2019, 05:10 / RedCattLQ

Ci sono avvenimenti destinati a cambiare la storia, altri a farla. E’ il caso dell’incontro straordinario tra Francesco d’Assisi e il Sultano d’Egitto, al-Malik al-Kamil, accaduto 800 anni fa in una città sul delta del Nilo chiamata Damietta. Era il 1219 quando il Frate Santo, nel pieno della quinta crociata, decise di scendere in campo per promuovere la pace con la benedizione e il permesso di Papa Onorio III. Così, mentre sulle due rive del Mediterraneo scorrevano l’odio, il sangue e la violenza, San Francesco partì per l’Egitto con un’unica missione: far si che il Vangelo incontrasse il Corano, che il Cristianesimo cercasse la mano dell’Islam per il bene del mondo intero. Un gesto inatteso, profetico, potente nelle intenzioni e nei risvolti, ma rimasto per molto tempo “poco glorioso”, anzi considerato dai più un fallimento perché nell’immediato il Poverello D’Assisi non convertì il Sultano e nemmeno ne uscì martire ma è proprio nel suo desiderio profondo di scendere tra i musulmani, senza borsa né bisaccia, con l’unica arma del rispetto e dell’annuncio della Parola di Dio, che si colloca ancora oggi la rotta da cui partire nella ricerca di intesa e armonia tra Oriente e Occidente.

150 eventi per provare a dialogare

Ma che cosa racconta quel fatto agli uomini di oggi? A questo interrogativo cercherà di rispondere l’undicesima edizione del Festival Francescano, che si terrà a Bologna dal 27 al 29 settembre 2019. Oltre 150 eventi, tutti gratuiti che, “Attraverso parole”, porteranno in Piazza Maggiore, cuore spirituale e civile della città, prove di dialogo: conferenze, spettacoli, workshop, mostre, la biblioteca vivente, attraverso la quale potranno essere presi in prestito “libri in carne ed ossa” che tanto hanno da raccontare per superare pregiudizi, paure, esclusione, vere piaghe del nostro secolo. Ancora, fast conference, contraddittori, testimonianze e performance teatrali. Un programma ricco, con ospiti di eccezione, per creare, con uno stile francescano, un confronto tra posizioni anche molto distanti tra loro.

Continua a leggere su VaticanNews.

Una delle scorse edizioni del Meeting di Rimini

Il Meeting di Rimini, "per fare esperienza della propria inconfondibile identità"

17.08.2019

Riportiamo il messaggio a firma del cardinale Pietro Parolin inviato al vescovo di Rimini, mons. Francesco Lambiasi, in occasione della 40.ma edizione del Meeting.

Don Giussani: Rimini, una scultura per ricordare il fondatore di Comunione e liberazione

16.08.2019

Una scultura in memoria di don Luigi Giussani, nel centro di una rotatoria già dedicata al fondatore di Comunione e liberazione, dal 2014, proprio nei pressi della vecchia fiera di Rimini, oggi Palacongressi, dove per anni si è svolto il Meeting.

Papa Benedetto XVI a Les Combes

Un concorso di idee deciderà il futuro della “casa dei Papi” a Les Combes, in valle d'Aosta

13.08.2019

Il futuro della “casa dei Papi”? Sarà deciso da un concorso di idee. La Famiglia Salesiana, proprietaria della residenza di Les Combes, ad Introd, meta delle vacanze estive di Giovanni Paolo II prima e di Benedetto XVI po, si è rivolta ad una agenzia specializzata.