San Nicolao (fonte cath.ch)
Svizzera
San Nicolao (fonte cath.ch)

6 dicembre: arriva San Nicolao ... quello giusto

06.12.2018, 12:09 / redazionecatt

Chi è San Nicolao? In tanti villaggi della Svizzera oggi si vede sfilare San Nicolao, con un bastone episcopale, vestito con abiti liturgici in rosso, accompagnato da un asinello e da alcune inseparabili figure. Nicolao arriva a portare regalini ai bambini bravi e carbone a quelli cattivi. In Svizzera centrale è spesso accompagnato da suonatori di campanacci o da schioccatori di frusta.

Ma a quale figura cristiana si ispira? Non è Nicolao della Flüe, il Santo eremita Patrono della Svizzera (1417-1487), bensì un personaggio molto più antico: San Nicola di Myra (Turchia, c.a. 261- 6 dicembre 343), noto pure come San Nicola di Bari. Nicola rimase orfano molto giovane e ben presto si fece ammirare per la sua bontà; distribuì tra i più poveri la fortuna che aveva ereditato. Anche da vescovo era conosciuto per la sua generosità e amorevolezza. La risonanza di grandi miracoli da lui compiuti si diffuse ovunque accrescendo la fama di santo riconosciutagli dai suoi stessi contemporanei.

In diversi paesi del nord Europa questo santo ha dato origine a tradizioni che si intrecciano con la festa della natività. A questa figura  si ispira la tradizione nordica di SantaKlaus.

Benvenuto quindi San Nicolao!

Il vescovo Markus Büchel durante la funzione a Lucerna. Foto cath.ch

Monsignor Büchel: "La libertà religiosa non è un dono, ma un diritto"

21.01.2019

"Oggi assistiamo alla più grande persecuzione dei cristiani di tutti i tempi", ha sottolineato il vicepresidente della Conferenza dei vescovi svizzeri in una stipata chiesa dei gesuiti a Lucerna, durante una celebrazione in memoria del fondatore di Aiuto alla Chiesa che Soffre. Parlando del Medio Oriente il vescovo ha invitato alla solidarietà nei confronti dei cristiani di quelle terre e di Israele che non godono la stessa parità di diritti degli altri cittadini. Appello alla solidarietà nei loro confronti.

Opera Don Bosco nel Mondo - Cinquant'anni di generosità dal Ticino al mondo

11.01.2019

La Fondazione Opera Don Bosco nel Mondo è stata fondata il 24 giugno 1965 da don Enrico Morganti, sacerdote salesiano svizzero, per sostenere le Opere Salesiane in Burundi e in particolare la costruzione della scuola di Ngozi.

Il gruppo (quasi completo) di giovani ticinesi in viaggio verso Madrid.

Anche dieci ticinesi all'Incontro europeo di Taizé a Madrid

28.12.2018

Guidati da don Rolando Leo, raggiungeranno venerdì mattina, dopo una notte in bus, la capitale spagnola per partecipare al tradizionale "pèlerinage de confiance", come lo chiamava frère Roger fondatore della Comunità di Taizé; un cammino di fede in mezzo alle culture dei vari popoli, rappresentati da centinaia di giovani provenienti da tutta Europa. Resteranno a Madrid fino al 1. gennaio.