La musica elettronica per riscoprire Santa Teresa d'Avila

“La musica elettronica è l’erede del canto gregoriano”. Una frase d’effetto per entrare nel cuore del progetto dedicato a Santa Teresa d’Avila messo in scena domani alle 21:00 alla chiesa del Gesù di Roma. Sono passati tanti anni dal famoso saggio di Giacomo Baroffio, uno dei più grandi studiosi di canto gregoriano, che a sorpresa indicò l’elettronica come miglior modo per intonare un testo sacro. La portata innovativa di questa intuizione vive ancora oggi in “Teresa d’Avila: Esclamazioni dell’anima a Dio”. Il progetto, della compositrice Silvia Lanzalone e della vocalist Silvia Schiavoni, nasce nel 2015 quando la Radio Vaticana decise di produrre quattro puntate dal forte carattere sperimentale.

News