Cristina Vonzun

Vita spirituale a prova di click «to pray 2.0»: provate per credere...

Si chiama click to pray 2.0 l’app per pregare tutti i giorni con il Papa. Uno strumento rinnovato proprio in queste ore e rilanciato in una presentazione di oggi in Vaticano. L’app Click To Pray è gratuita per Android e iOS. Inoltre è disponibile in 7 lingue: spagnolo, inglese, portoghese, italiano, francese, tedesco e cinese tradizionale. Per chi non ha uno smartphone ma ha, invece, un computer con una connessione a Internet c’è anche il sito web.

Veloce da scaricare offre oltre al profilo ufficiale di preghiera del Papa tre utilissimi momenti di preghiera per ogni giorno che si ispirano al Vangelo quotidiano: mattino, mezzogiorno e sera; una comunità in rete mondiale di preghiera e del materiale dedicato alla vita spirituale che si può scaricare. Su click to pray si possono condividere le proprie intenzioni di preghiera con milioni di utenti nel mondo.

Click To Pray 2.0 – come è stato detto oggi alla presentazione in Vaticano- «sosterrà il processo spirituale del Sinodo della Chiesa con altre proposte, ad esempio pregare per la Chiesa locale con le intenzioni di preghiera delle Conferenze Episcopali che lo desiderano».

Diciamo la verità: i testi dei tre momenti di preghiera sono decisamente al passo con il modo di sentire dei laici di oggi: accattivanti, ben legati alla Parola di Dio, concreti e non teorici.

Senza entrare ulteriormente nello specifico delle altre possibilità dell’app, ma da utente contenta di click to pray vecchia e «spero» nuova versione, se posso aggiungere un suggerimento personale vi direi: non lasciate click to pray da sola ma abbinatele il sito https://getupandwalk.gesuiti.it/ : senza troppi fronzoli si trova un bel momento di lectio mattutina che insieme a click to pray vi immette e accompagna nella giornata. Il tutto dal vostro telefonino se scaricate l’app. Oggi in Vaticano alla presentazione, sono state riportate queste parole di una utente: «Click To Pray ha cambiato la mia vita di preghiera – dice Liliana. Avere amici in Brasile, Stati Uniti, Italia, Spagna, leggere su Click To Pray che qualcuno chiede di pregare o prega nella propria lingua, poter condividere con loro e pregare per questa intenzione insieme a loro, crea dei legami«. Quante persone testimoniano su Click To Pray la fecondità della preghiera nella loro vita, il sostegno che ricevono attraverso le preghiere di tanti! La preghiera di intercessione crea solidarietà e comunione nella diversità.

Uno strumento di preghiera sinodale e per il Sinodo. Provate per … credere!

Bella giornata a chi ha letto questo blog!

L'homepage di click to pray 2.0
19 Ottobre 2021 | 15:39
Condividere questo articolo!