Federica Mauri

Una vita piena di confort ma sostenibile

Quando si menziona il termine «sostenibile» molti pensano subito al dover rinunciare a qualcosa, altri addirittura ad una vita spartana, priva di qualsivoglia comodità. Esistono invece stili di vita che offrono tutti i confort, prestando al contempo attenzione alla sostenibilità, come dimostra Stefan Salzmann, esperto di politica climatica ed energetica presso Sacrificio Quaresimale. «Quando torno a casa alla sera, dopo una lunga giornata di lavoro, attraverso i 330 m2 del mio appartamento ben riscaldato, lascio la borsa nel guardaroba all’entrata, salgo al piano superiore e mi preparo in una delle tre sale da bagno prima di godermi una sauna» racconta Stefan. Con lui un buon libro, preso dalla fornitissima biblioteca di casa. A volte, prima di cena, ci scappa pure una visitina anche nella palestra domestica, per fare un po’ di sano esercizio.

Vivere nel lusso, in un maxi appartamento e per giunta nel cuore di Zurigo, rispettando al contempo le possibilità limitate del pianeta: un po’ scettica, gli chiedo come sia possibile. «Certo che lo è! – afferma Stefan -. Vivo in una comunità abitativa familiare assieme ad altre 14 persone. Dei 330 metri quadrati totali dell’appartamento, solo 22 sono di mio uso esclusivo; una superficie nettamente inferiore rispetto alla media svizzera». E sauna, palestra e biblioteca privata? Per non parlare poi della temperatura in casa, attorno ai 24 gradi… già mi immagino i costi stratosferici per il riscaldamento, facendo il paragone con la mia vecchia casa. «Il nostro appartamento è ben isolato ed è riscaldato da una termopompa a 21 gradi. I raggi del sole fanno il resto – spiega Stefan -. Palestra, sauna e biblioteca li condivido con gli oltre 250 abitanti dell’edificio in cui vivo. La cooperativa Kalkbreite nel centro di Zurigo dimostra che chi condivide con gli altri, può avere molto senza possedere troppo». E di conseguenza è possibile vivere in maniera agiata senza sfruttare in modo eccessivo le risorse del nostro pianeta. Questa sì che è sostenibilità vissuta! Stefan mi ha dimostrato con i fatti che non c’è per forza bisogno di essere campioni mondiali della rinuncia per poter adottare uno stile di vita ecologico. La convivenza certo non è per tutti e anche per questo vi è ampia scelta, per soddisfare ogni esigenza: dai monolocali agli appartamenti familiari. Stefan sottolinea il potenziale di questo progetto, considerato che vivere così è davvero alla portata di tutti, senza contare poi che esso non persegue alcuna logica di profitto, ma si limita a coprire i costi. «Avere un affitto ridotto da pagare mi permette di ridurre il mio impegno lavorativo ed avere di conseguenza più tempo a disposizione da passare con i miei figli» conclude Stefan. Anche questo è lusso!

29 Marzo 2018 | 13:16
Condividere questo articolo!