Marco Dania

Sforzati!

Questa mattina accuso un po’ di stanchezza e l’unico desiderio che ho è quello di riposare. Come è bello il dolce far niente. E, se da un lato è lecito avere qualche momento di pausa, recuperare le energie, prendersi cura di sé, è anche vero che il vizio della pigrizia è sempre pronto a sedurti e trarti in inganno. Diciamoci la verità, chi non è mai stato indulgente con se stesso e ha trovato qualche simpatica giustificazione per le proprie inadempienze, per il lavoro non concluso, per gli insuccessi ottenuti?

Allora mi sono detto, adesso è il momento di reagire. E di getto è saltato fuori l’imperativo di cui avevo bisogno che è davvero una bella vitamina:

«Sforzati». Non arrenderti, non mollare, vinci te stesso e la tendenza alla pigrizia. Tira fuori delle energie nuove, incomincia e vedrai che poi il lavoro vien da sé. Uno dei rischi dei nostri giorni soprattutto per chi è più giovane è la tendenza al «tutto e subito». Raramente si ha la voglia di darsi da fare a lungo per conseguire un risultato. Ecco quindi che ci si cimenta in tante attività, si assumono impegni e poi si manda tutto all’aria, si rinuncia, si preferisce lasciar perdere.

Sforzarsi è mettere un dipiù di energia, di volontà, di entusiasmo di determinazione, per superare un ostacolo, per conseguire un risultato, per raggiungere una meta. Chi pratica lo sport sa bene cosa significa. Implica la capacità di stringere i denti per la fatica, di sostenere carichi che sembrano eccessivi e di andare avanti. Poi, all’improvviso, lo sforzo ti dona stimoli nuovi ed energie maggiori, ce la fai più facilmente. Uno sforzo allora ne chiama un altro per una nuova sfida con noi stessi, ci stimola a impegnarci costantemente, a fare del nostro meglio.

C’è una parola che va di moda oggi: resilienza, la capacità psicologica di resistere e superare gravi difficoltà, disagi, fatiche, situazioni negative, traumi. A leggere semplicemente la definizione di questa parola non ti viene un po’ di energia in più? E se pensiamo a quanta gente oggi compie tanti sacrifici, fa sforzi immensi solo per sbarcare il lunario e trovare il minimo necessario per vivere, non credi di essere un privilegiato? Dunque sforzati, impegnati, tieni duro, perché la vita è una conquista e lo sforzo è l’indispensabile materia prima per realizzare i nostri sogni. E, se sei a contatto con i bambini o i giovani e vedi che si arrendono o ti chiedono al primo insuccesso una facile soluzione, spero tu abbia capito cosa devi rispondere: «sforzati!»

Infine, come sempre nostro Signore, ci illumina anche a riguardo e ci dice: «Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, vi dico, cercheranno di entrarvi, ma non ci riusciranno» (Lc 13, 22).

22 Febbraio 2020 | 12:10
vita (38)
Condividere questo articolo!