Blog

La musica di Ludovico Einaudi unisce


di Suor Sandra Künzli

Ludovico Einaudi è compositore e musicista, figlio del grande Editore Giulio e nipote di Luigi, secondo Presidente della Repubblica italiana. Dal padre ha ereditato il gusto per l’arte.
Nato il 23 novembre del 1955 a Torino, ha due figli. Ludovico ha ricevuto molti riconoscimenti e tiene concerti in tutto il mondo.
La figlia di una mia amica, ha partecipato a un suo concerto a Lugano e ne è rimasta affascinata.
Le sue composizioni richiamano principalmente lo scorrere del tempo (“una mattina”, “i giorni”, “notte”) e la natura (“le onde”, “primavera”, “nuvole bianche”). Sono andata a fare una piccola ricerca in internet e ho trovato molto materiale.
Le sue musiche sono semplici e spesso il motivo si ripete con poche variazioni, ma non stanca. Sono melodie armoniche; si potrebbe definire musica classica contemporanea.
Ha composto tra l’altro anche brani per il film “Quasi amici”.
La sua musica eleva e riposa allo stesso tempo e ti apre verso orizzonti nuovi.
Scriveva Hermann Hesse: “La musica è basata sull’armonia tra Cielo e Terra, è la coincidenza tra il disordine e la chiarezza” e un altro autore:” La musica è semplicemente là per parlare di ciò di cui la parola non può parlare. In questo senso, la musica non è del tutto umana.” (Pascal Quignard)
Ricordo che a scuola, nell’aula di musica c’era una grande scritta: “L’odio divide, la musica unisce”. Il Signore ci ha regalato tante cose belle tra cui anche l’arte e per questo gli siamo riconoscenti.

Suor Sandra Künzli

È una monaca contemplativa nel Monastero agostiniano di S. Caterina in Locarno.

E’ entrata in monastero nel 1987, a vent’anni. Insieme alla sua piccola comunità cerca di vivere l’ideale espresso nella Regola di S. Agostino, di avere “un cuor solo e un’anima sola protesi verso Dio”.

 

autore
ultime pubblicazioni
Celebre dipinto di Rembrandt. La parabola del figlio prodigo.