Elisa Devrel

Giovani sposi al corso per i fidanzati

di Elisa Devrel

E che cosa c’entrano due coppie di giovani, sposati da alcuni mesi, ad un corso per fidanzati?

Ce lo siamo domandati anche noi quando il sacerdote e la coppia di amici (con 2 anni di esperienza in più) ci hanno proposto di collaborare nella conduzione del corso per fidanzati nel Vicariato del Bellinzonese. Ma, se vogliamo scrivere questa breve testimonianza, è proprio perché è stata un’esperienza speciale e molto bella ed arricchente. Infatti, dal mese di gennaio ad inizio marzo, per 7 incontri, abbiamo aiutato nella conduzione del corso una ventina di coppie che nei prossimi mesi convoleranno a nozze. Le prime serate sono state di reciproca conoscenza e facilmente tutti si sono accorti che ogni coppia ha un suo percorso, che è unico e irripetibile. Di regola, il primo incontro avviene un po’ per caso e poi via via che la storia cresce, ci si rende conto che c’è un «qualcosa di più» che porta al desiderio e alla decisione di sposarsi.

Grazie alle riflessioni del sacerdote, alla lettura di vari testi e a domande volte alla discussione e al confronto all’interno della coppia, si è voluto accompagnare le coppie di fidanzati a riflettere sul significato dello sposarsi nell’ottica della Chiesa, di quel «per sempre» pronunciato dinnanzi a Dio e degli strumenti e delle opportunità esistenti, affinché quel «per sempre» si concretizzi nel quotidiano, superando le difficoltà e gustando le cose belle che la vita matrimoniale offre.

Abbiamo notato con piacere che la reticenza iniziale di tante coppie alla partecipazione al corso è andata scemando, condividendo con noi e gli altri partecipanti, la loro testimonianza di esperienze o di decisioni non sempre facili (coppie di lunga data e/o già genitori). Alla fine del corso, alcune di queste coppie ci hanno ringraziato anche per le modalità, con le quali abbiamo organizzato gli incontri (discussioni a piccoli gruppi, film, testimonianze, ecc.) e per aver affrontato dei temi che – troppo spesso – rimangono all’interno della coppia e non trovano occasione per essere condivise con altre coppie.

Da parte nostra, ci riteniamo fortunati di aver potuto vivere quest’esperienza, sia di contribuire nello svolgimento del corso, sia di poter riflettere e rinnovare il perché del nostro passo di quasi un anno fa.

Dulcis in fundo, questo cammino iniziato proseguirà con altri incontri, scadenzati nel tempo.

17 Aprile 2015 | 14:23
Condividere questo articolo!

più articoli della categoria «Blogs»

più articoli della categoria «Homepage alto destra»