Blog

Festa della Mamma


di Elisa Devrel

Per quest’occasione, appena trascorsa, rivolgiamo un pensiero alla nostra madre, ripensando alla relazione che abbiamo con lei, vedendone sia i lati positivi sia i lati negativi. E ogni mamma, che cosa pensa di se stessa? Come si descrive? Ho trovato una descrizione di Agnès Sendoux Levasseur, in un giornale dedicato all’educazione, nella quale penso che tutte le mamme, in qualche modo, possano riconoscersi!

Essere madre!
Essere presenza, accoglienza, ascolto, dono!
Essere madre!
Essere disponibile, paziente, conciliante, determinata, flessibile, fiduciosa.
Essere madre!
Essere stanca, limitata, arrabbiata, contrariata!
Essere madre!
Essere vera, autentica, in collera, amorosa, tenera. Credere nel proprio bambino, nelle sue capacità, nelle sue risorse, nelle sue forze… Accogliere le sue debolezze, i suoi dubbi, le sue domande, le sue rabbie, le sue gelosie… Condividere le sue gioie, le sue felicità, le sue tenerezze…Tutto questo espresso a tono sommesso, a mezzo busto…con tutto il corpo e con le grida! Essere madre! Accettare i miei limiti, i miei errori, i miei essere stufa, le mie impazienze, le mie goffaggini…Guardare i miei sforzi, i miei impeti, le mie ricchezze, la mia tenerezza…
Essere madre!
In fondo, amare senza condizioni!

Che cosa potrebbe dire un padre? Senza dubbio la stessa cosa…

Elisa Devrel

Sono nata nel 1982 e mi sono laureata in psicologia presso l’Università di Ginevra. Sono psicologa e psicoterapeuta in formazione. Le mie esperienze professionali si sono svolte e continuano tutt’ora a svolgersi, negli ambiti legati alla scuola, all’infanzia, all’adolescenza e, in generale, alla famiglia. Questi sono tutti temi da sempre a me molto cari.

Dopo alcune esperienze di volontariato in Etiopia con i Salesiani, sono stata attiva in qualità di membro della Commissione diocesana della Pastorale giovanile tra il 2008 e il 2013. Grazie a ciò ho partecipato a 3 Giornate mondiali della gioventù, in una della quali – quella di Madrid del 2011 – ho potuto conoscere il mio marito. L’interesse per i temi della Chiesa e il vivere la fede in maniera concreta, soprattutto nelle nostre comunità locali, sono presenti nella vita di tutti i giorni e con mio marito partecipiamo alla Pastorale Famigliare (abbiamo per es. animato un corso per i fidanzati).

autore
ultime pubblicazioni
https://www.flickr.com/photos/ants88/