Blog

Diario di bordo - Giorno 2: l'attesa


Siamo in navigazione verso le acque prossime alla Libia, e abbiamo tempo. Sembra strano avere tempo per chi vive nella nostra società. Questo tempo, qui ed ora, è il tempo dell’attesa, della presa di coscienza, della maturazione della consapevolezza. Tutti si fanno un gran da fare e anche noi essendo a bordo facciamo parte del team e il lavoro fisico non manca! Mare, sempre e solo mare intorno a me. Tempo soprattutto della non meta ma dell’obiettivo, dell’incertezza. Sarò pronto? Ma in questo dubbio, nell’ansia c’è un motore che è il collante delle tante storie a bordo di Aquarius: è la missione. La missione umanitaria del personale a bordo che mi fa essere orgoglioso di appartenere al loro stesso genere. Essere umani, essere umano. Avete mai provato questa sensazione immersi nelle nostre/vostre vite quotidiane? La rotta è tracciata. Ci si prepara. Si allenano gli occhi: guardando l’orizzonte. Si allenano le orecchie: ascoltando il cuore. Restiamo umani.

Francesco Muratori

Figlio, fratello, fotografo, videomaker, giornalista (Strada Regina RSI LA1 e responsabile di catt.ch), marito, bis papà, marathon finisher e scrittore (Il Melo di città e Ricciospino). (in ordine di apparizione)

autore