Abusi nella Chiesa


“Si spalleggiavano a vicenda. Si coprivano con il silenzio” – Gianni era solo un bambino negli anni ’60, quando venne internato all’Istituto Santa Maria di Pollegio. Qui fu vittima di violenze inaudite da parte di un prete che gestiva la struttura: don Giovanni Rocca, che chiamavano “il boia di Pollegio”. La sua testimonianza a Strada Regina permette di entrare meglio nel tema della puntata, dedicata al convegno svoltosi a Roma settimana scorsa, sulla lotta contro gli abusi nella Chiesa. Ospite da Roma è la biblista Rosanna Virgili, che commenta le misure prese e annunciate dalla Santa Sede per rinforzare la protezione dei minori. Nelle riflessioni di molti, a partire dalla Lettera di Papa Francesco al Popolo di Dio (agosto 2018), le cause che hanno permesso e permettono tutt’oggi gli abusi nella Chiesa sono legate anche all’organizzazione della Chiesa stessa, o meglio a una visione distorta di questa organizzazione: il clericalismo. Quanto una struttura si fonda solo sul potere di pochi, sul potere di una casta, maschile o femminile, sacerdotale o religiosa, senza collegamento con il resto del popolo di Dio, si apre la strada a ogni possibile abuso.

News